Degrado in via Mario Rapisardi, i residenti: "Da 20 giorni chiediamo aiuto"

La scalinata e la via sono invasi da erbacce e rifiuti, ma al momento non sono previsti interventi

Via Mario Rapisardi

"Siamo stanchi di subire in silenzio". E' un vero e proprio grido di allarme quello che parte dai residenti di via Mario Rapisardi, popolosa traversa a valle della via Manzoni, i quali lanciano un appello perché qualcuno si occupi di diserbare e ripulire la zona in cui vivono.

"Questo - dicono commentando le foto - è il degrado in cui versa la via Mario Rapisardi. Ho sollecitato telefonicamente la presenza di un operatore ecologico agli organi di competenza ma senza esito. E' da venti giorni che aspetto ma della presenza di un operatore neanche l'ombra".

WhatsApp Image 2019-06-15 at 14.43.48(2)-2

Le operazioni di diserbo della città, come è stato ampiamente raccontato sui social, sono partite dalla zona rivierasca, e ancora oggi in molte strade del centro urbano si attende con (im)pazienza che qualcuno si faccia vivo per rimuovere erbacce e spazzatura. Sempre in via Mario Rapisardi, alcune settimane fa, erano stati i cittadini a provvedere alla rimozione delle erbacce davanti alle loro abitazioni.

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento