Il Majorana compie trenta anni, grande festa al Pirandello

Grande manifestazione con testimonianze di addetti ai lavori del presente e del passato e un'esibizione musicale

Il liceo scientifico e musicale “Ettore Majorana” di Agrigento spegne trenta candeline al teatro Pirandello.

La dirigente scolastica del liceo agrigentino Enza Ierna ha festeggiato con tutta la comunità scolastica questo "compleanno" speciale con il “Concerto di primavera”, saggio di fine anno degli allievi del liceo musicale.

“La nostra scuola si è aperta al territorio ed ha sempre garantito un’offerta formativa qualificata e al passo con i tempi con l'obiettivo di fornire agli studenti un'adeguata preparazione professionale di base nonchè conoscenze, abilità e competenze necessarie per facilitarne l'inserimento nel mondo del lavoro”, ha sottolineato la dirigente Enza Ierna.

La manifestazione al Teatro Pirandello è stata presentata dalla professoressa Giusi Gandolfo che ha chiamato sul palco a raccontare l’avventura del Majorana i presidi Giuseppe Patti e Vincenzo Scrivano, che hanno guidato la scuola negli anni passati, alcuni loro collaboratori (Domenico Tuttolomondo, Franca Cinà, Rosalba Gallo Afflitto) e l’attuale direttore dei servizi amministrativi Calogero Ministeri. Tutti loro hanno rievocato i momenti salienti della storia di questa istituzione scolastica. Un racconto arricchito anche dalle testimonianze di ex studenti del liceo, oggi stimati professionisti e dai rappresentanti degli studenti di oggi.

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, nel suo saluto, ha elogiato il personale del liceo agrigentino in particolare per avere dato vita all’esperienza del liceo musicale.

Il programma musicale ha alternato il repertorio classico al tradizionale, presentando musiche di Ravel, Mozart, Piovani, Brendan Graham,  Dvorak, Marco Frisina, Aleksanfr Borodin e dei Deep Purple. Molto apprezzata anche l’esecuzione di un “Concerto per pianoforte e orchestra e giovanile”,  pensato e realizzato da uno studente del terzo anno del liceo musicale, Leonardo Scicolone.  Un altro studente, Davide Iacono, si è fatto apprezzare come solista. Hanno diretto l’orchestra i maestri Carmelo Farruggia e Marco Salvaggio, docenti del Liceo.

Sul palco un coro con 43 elementi composto oltre che dagli studenti del liceo agrigentino anche da quelli dell’istituto di alta formazione artistica e musicale “Arturo Toscanini” di Ribera, conservatorio convenzionato col Majorana.

 Un evento musicale ricco anche di sorprendenti emozioni fuori programma, come quando sul palco sono saliti la studentessa Sofia Marchese e il docente di matematica Angelo Agrò per cantare insieme “Meraviglioso” di Domenico Modugno e “Cu ‘mme” di Enzo Gragnaniello, accompagnati al pianoforte dal docente Giacomo Consolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento