Il quad: mezzo da lavoro o sportivo?

Questo mezzo di trasporto alternativo spesso diventa anche divertente. Ma come si guida? E soprattutto chi lo può guidare? Scopriamolo insieme

Da un punto di vista tecnico il quad (in origine quad-bike) è un mezzo fuoristrada di provenienza motociclistica. Sembra una moto da cross con quattro ruote e la sua storia lo conferma;  le radici del quad affondano nei trasporti su terreni accidentati. Prima infatti erano strumenti di lavoro, macchine a 4 o 6 ruote (a volte 8 o 12) adatte a terreni non curati, sabbie, letti dei fiumi, sentieri di campagna.

Oggi invece sono anche mezzi divertenti e sportivi, spesso usati per le escursioni sulla spiaggia o su terreni scoscesi.

Non tutti i quad sono uguali. Ci sono delle caratteristiche che possono fare la differenza su un veicolo del genere e trasformarlo definitivamente.

Quad da lavoro

Sono le vetture utilizzate per chi opera in zone difficili. Le caratteristiche di queste macchine sono dirette verso l’efficienza e l’affidabilità: marce veloci e ridotte, trazione su 4 ruote, trasmissione a cardano, cambio automatico e cilindrata che copre un range molto ampio. Ci sono quad da 50 a 1.000 cc che possono essere usati in situazioni differenti.

Quad sportivi

A differenza dei precedenti, i quad sportivi hanno caratteristiche tecniche che permettono di esaltare le prestazioni durante le competizioni. Hanno trazione sulle ruote posteriori, catena al posto del cardano, cambio manuale per decidere in autonomia il rapporto migliore per un determinato terreno. Intorno a questo mondo nascono manifestazioni, community e corsi di specializzazione per trasformare il quad in una vera e propria disciplina.

Quale patente serve per guidare il quad?

In passato era sufficiente la patente A o A1, quella per guidare i motocicli. Oggi per salire su un quad c’è bisogno della patente B o B1, e avere rispettivamente 18 e 16 anni. Quest’ultima soluzione, come puoi immaginare, permette di guidare quad con caratteristiche superiori.

Non tutti i quad possono essere usati su strada, quindi omologati e immatricolati. Molti veicoli hanno delle caratteristiche che possono essere gestiti solo su strade chiuse al traffico. Prima di acquistare un quad, quindi, devi informarti bene e chiedere un veicolo adatto alle nostre esigenze.

Come si guida?

Per poter governare in pieno un quad bisogna seguire i principi di una moto, ovvero bisogna utilizzare il proprio corpo per ‘bilanciarsi’ in curva o nei terreni scoscesi e/o accidentati. Nella parte posteriore del mezzo, infatti, c’è un differenziale che determina uno scivolamento parziale quando si affronta una curva. I primi motori dei quad erano di derivazione motociclistica, mentre, ai nostri tempi, vanno per la maggiore i mono-marcia: sono dotati di una leva che imposta i rapporti necessari per superare gli ostacoli e, pertanto, facilita la guida. Ci sono, però, anche quad con le marce, che funzionano realmente come una moto: chi già ne possiede una, si troverà perfettamente in sella ad un quad.

Potrebbe interessarti

  • Surriscaldamento del motore? Ecco perchè e cosa fare

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento