Agrigento, lettera aperta a candidati sindaco su sviluppo turistico

L'associazione Hardcastle chiede ai candidati sindaco di Agrigento di conoscere il loro programma in campo turistico relativamente allo sviluppo della Valle dei templi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Premesso che la Valle dei templi in sinergia con il centro storico deve essere uno dei punti chiave del programma di ciascun candidato sindaco sarebbe di grande utilità aprire una discussione franca sulle iniziative che il parco archeologico e paesaggistico della Valle ha intrapreso in questi ultimi giorni relativamente alla chiusura della entrata all'area di Zeus dal posto di ristoro e l'entrata e uscita verso e dal piazzale del posto di ristoro. Con tali scelte il Parco nei fatti restringe la fruizione del Parco, negando un utilizzo del piazzale medesimo che dovrebbe, invece, essere il fiore all'occhiello del parco medesimo con la creazione di posti di lavoro immediati, ripeto immediati. Si vieta ai tanti turisti individuali che scendono dalla città seguendo la passeggiata archeologica di poter entrare a Zeus o ad Ercole per iniziare il tour a meno che non rischino di essere falciati dalle macchine per arrivare in zona Sant'Anna. Che dire anche della zona di "carico" dei gruppi a Sant'Anna e della quantità di bagni a servizio degli ospiti che pagano 10 euro cadauno per fare un tour obbligatorio da Giunone a Porta V,Zona Clinica Sant'Anna senza uscita al posto di Ristoro. Ben venga la passerella, per carità, ma non si può obbligare l'ospite ,spesse volte anziano, a completare il tour a tutti i costi. La scelta della lunghezza del tour deve essere una scelta libera dell'ospite, senza strumentalizzazioni di sorta. Un parco archeologico e paesaggistico patrocinato dall'Unesco merita ben altro. "Il ben altro" deve uscire da una discussione pacata e seria; sono sicuro che i candidati che interverranno potranno dare un forte contributo di idee e di fatti per essere autori del destino di un territorio che appartiene agli agrigentini ed al mondo intero e non solo a chi gestisce il parco della Valle. In tale direttrice sarebbe utile un pensiero dei candidati sindaci che si presentano al giudizio degli elettori agrigentini.

L'associazione Alexander Hardcastle invita la direzione del Parco Archeologico ad aprire immediatamente l'entrata al tempio di Zeus e della zona Ercole per permettere ai turisti di essere liberi di entrare ed uscire secondo i loro bisogni , il tutto permetterebbe anche una reale valorizzazione del piazzale Hardcastle ed il versante est e nord del Posto di ristoro ad oggi in profondo oblio con il rischio reale della perdita di posti di lavoro. Inoltre la chiusura di Zeus ed Ercole causa disagi enormi ai turisti singoli che da Agrigento, a piedi dalla passeggiata archeologica intendono visitare la Kolimbetra o l'area di Zeus, o a salire verso l'area est del Parco. Infine si ha notizia che a causa della struttura dei pacchetti turistici molte agenzie di viaggi e tour operators stanno dirottando gruppi verso Selinunte, saltando la tappa di Agrigento.

L'associazione Hardcastle chiede ai candidati sindaci di Agrigento di conoscere il loro programma in campo turistico relativamente allo sviluppo della Valle dei templi , della sua fruizione tesa a creare più servizi al turista e maggiori occasioni di investimento per gli imprenditori seri e se condividono la chiusura dei varchi Ercole e Zeus che tanto danno stanno causando anche in termini di posti di lavoro.

Il Presidente

Prof. Giuseppe Alaimo

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento