Party game, la perfetta serata con gli amici

Da sempre i giochi da tavolo sono il passatempo ideale per le lunghe serate autunnali. Ecco una semplice guida per organizzare la serata e scegliere il giusto gioco

Quando la stagione estiva è ormai agli sgoccioli e i luoghi dove andare sono pochi, una delle alternative migliori è quella di chiamare a raccolta gli amici e stare a casa in buona compagnia, magari con qualche gioco di società per non annoiarvi; magari la serata party game può anche diventare un appuntamento fisso settimanale o mensile e le vostre prossime serate autunnali e di pieno inverno trascorreranno più veloci e saranno meno solitarie.

Al padrone di casa il compito di invitare gli ospiti e occuparsi di eventuali snack, oltre che al compito più importante, ovvero selezionare i giochi perfetti per l’occasione.

Vediamo allora quali sono gli elementi più importanti di cui tenere conto quando si organizza una serata-gioco con amici o parenti.

Il numero di partecipanti alla serata

Primo tra tutti, sapere quanti ospiti ci saranno è davvero importante per non escludere nessuno o rischiare di dover accantonare un gioco all’ultimo minuto. A questo punto avete tre possibilità:

  • Puntare in alto, abbondare e mirare a giochi che arrivino anche fino a 10 giocatori. Notate bene: spesso l’aumentare dei giocatori è direttamente proporzionale alla lunghezza della partita.
  • Scegliere, al contrario, un party game che abbia il numero massimo di giocatori corrispondente a quello dei vostri invitati.

Lo spazio

Altro fattore importante è quello di avere i giusti spazi a casa, ovvero un’area attrezzata con tavolo e sedie che permetta la convivialità del momento e del gioco.

Il tempo

Non c’è niente di peggio che dover interrompere un gioco nel bel mezzo della partita perchè è già arrivato il momento di salutare i propri ospiti, oppure non avere abbastanza tempo per giocare tutti. Dunque, quando si organizza la serata è bene calcolare i tempi prima, pertanto ricordate ai vostri ospiti la durata media di una partita e invitateli ad essere puntuali. Altra soluzione può essere quella di scegliere la diversa tipologia di gioco da tavolo a seconda del tempo che avrete a disposizione.

La scelta del gioco

Valutate sempre bene prima di scegliere come giocare il gruppo di persone che avete invitato alla serata, a seconda dell’età, delle attitudini e delle propensioni ai vari giochi; non è di certo bello avere un ospite che si estranea durante la serata. Quindi il consiglio è di scegliere il gioco prima e comunicarlo al momento dell’invito, a meno che non si tratti di veri e propri tornei dove a partecipare al party game saranno sempre gli stessi amici.

A proposito della scelta del gioco, ecco che vi suggerisco una serie di giochi, più o meno recenti che possono incontrare il gusto di tutti e che possono far trascorrere piacevoli serate.

Burraco: se vi piace giocare a carte e siete un numero massimo ristretto di amici è il gioco perfetto; si, perché si può giocare da un numero minimo di 2 ad un massimo di 4 giocatori per tavolo e partita, ma un suggerimento carino qualora il vostro gruppo sia più numeroso e gli spazi domestici ve lo consentano, è quello di organizzare contemporaneamente più tavoli nella stessa serata, anche se così si perde in parte l’aspetto della convivialità.

Trivial Pursuit: è il più classico dei giochi da tavola da fare a squadre con gli amici, dovrete rispondere a varie domande a seconda della casella dove capitate, le tematiche sono: geografia, storia, arte e letteratura, spettacolo, natura e scienza, hobby e sport. La conoscenza di ogni materia deve essere davvero approfondita perchè i quesiti metteranno in crisi anche i più esperti. Create una squadra omogenea in questo modo sarete brillanti su qualsiasi casella capiterete e sarete i primi a rispondere correttamente ad una domanda di ogni categoria.

Cluedo: è un vero e proprio cult game. In una magione inglese si compie un delitto e gli ospiti della dimora dovranno portare avanti le indagini per scoprire il colpevole, l’arma che ha utilizzato e la stanza della casa in cui ha agito. I giocatori “più grandicelli” affezionati ai “personaggi storici” della vecchia versione, potranno rimanere un po’ spiazzati dal nuovo restyling. Ma una volta cominciata la partita scopriranno con piacere che le atmosfere e il meccanismo del gioco non sono cambiati di una virgola.

Taboo: è sottotitolato "il gioco delle parole vietate", perchè dopo esservi organizzati in squadre dovete far indovinare alla vostra il maggior numero di parole cercando di fare un discorso sensato senza usare appunto alcune parole indicate sulla carta. Non potete imbrogliare perchè un concorrente dell'altra squadra sarà pronto a segnalare un eventuale infrazione usando un segnalatore acustico. Vincerà la squadra più abile a far indovinare più parole.

Risiko: è un classico gioco di strategia, sfida gli altri giocatori in battaglie, schiera i tuoi eserciti per allargare il territorio. Stai attento quando il tuo impero cresce però, dovrei sorvegliarlo bene, affinchè qualcun altro non se ne impadronisca. Il vincitore sarà colui che per primo riesce a terminare la sua missione, indicata su una carta. Risiko è un gioco abbastanza lungo adatto agli strateghi ed ha chi ha voglia di passare una serata in compagnia degli amici.

Pictionary: perfetto per le serate molto numerose, è un gioco che si fa a squadre, lo scopo del quale è far indovinare delle parole al proprio team disegnando. É vietato parlare e mimare, potete solo usare la matita per esprimervi. Non importa se siete bravi in questo perchè il tempo ristretto metterà in crisi anche i più bravi disegnatori.

Non resta che augurare a tutti, in bocca al lupo e buon divertimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento