Imparare a risparmiare organizzando le spese mensili

Spesso il management domestico è sottovalutato, ma è un ottimo metodo per far quadrare i conti a fine mese e risparmiare

Circa il 50% della popolazione mondiale si lascia prendere dai famosi buoni propositi e tra la top 5 dei buoni propositi ritroviamo perdere peso, viaggiare di più, organizzare meglio la propria vita, e spendere meno. A tutti noi piacerebbe raggiungere questi obiettivi entro l’anno, ma quanti effettivamente hanno cominciato? E quanti ne sono capaci, ogni anno? Solo l’ 8%.

Ecco allora una strategia utile a distruggere spese e sprechi in 3 fasi.

Preparare una lista di spese regolari

Ll’importanza del money management, è fondamentale, ossia del gestire i propri soldi in maniera efficiente e consapevole.

La lista delle spese ricorrenti mostrerà chiaramente la situazione finanziaria in dettaglio, giorno per giorno, ed è da qui che dobbiamo partire per scovare le spese da sfidare con la nostra strategia.

Stilare una lista è dunque un trucco importante per tenere d’occhio le spese del nucleo familiare; ci sono tantissimi strumenti utili come Excel, o Apps da scaricare per personalizzare la liste secondo le proprie spese, oppure basta semplicemente carta e penna. Ecco un esempio di elenco spese:

  • Mutuo
  • Spesa
  • Benzina
  • Cellulari
  • Internet
  • Palestra
  • Elettricità e bollette
  • Assicurazione

Partendo dalla lista e analizzare le spese una ad una dopo una settimana, e di nuovo giornalmente aiuterà nel giro di un mese ad essere in grado di capire a colpo d’occhio se si sta andando nella direzione giusta e quanto si sarà risparmiato. Già un sol mese basterà per i primi risultati: ecco un esempio di soluzioni per ridurre spese fisse od eliminarle del tutto.Riorganizzare le spese

  • Mutuo/Affitto: certo a questo non si può rinunciare, ma esiste la possibilità di surroga mutuo o, per chi in affitto, trasformare una camera inutilizzata in un concreto aiuto, subaffittandola per lunghi o brevi periodi grazie a siti quali Airbnb
  • Spesa alimenti: altra spesa a cui non possiamo rinunciare, con alto potenziale di risparmio se sappiamo come far spesa
  • Carburante: la benzina costa cara al giorno d’oggi. Tante app ci suggeriscono i rifornitori più economici, ma se riuscissimo a sostituire l’auto con una bici, pure per brevi tragitti, ne avremo guadagnato sia in soldi, che in salute.
  • Piano mensile per smartphone: un’ altra spesa fissa, che potremo però ridurre scegliendo l’offerta del momento.
  • Internet: come per il piano smartphone, con un po’ di “shop around” è possibile trovere una compagnia con una buona copertura nella propria zona, ad un prezzo adatto.
  • Palestra: la salute al primo posto. Può essere sostituita da esercizi all’aria aperta o allestendo una piccola palestra in casa con gli attrezzi giusti.
  • Assicurazione: che sia per la macchina o per la propria moto occorre assicurare il proprio veicolo per andare a lavoro o in generale per andare in giro. Scegliere la migliore assicurazione diventa fondamentale: il consiglio è quello di utilizzare uno dei tanti comparatori di assicurazione presenti online. 

Impegnarsi a mettere in pratica i piani d’azione

Ora che si è capito a cosa rinunciare e a cosa no, è ora di osservare le spese che possono essere ridotte e cercare di risparmiare il più possibile. Non c’è bisogno di ricorrere a rimedi estremi, come cancellare l’account su Netflix, o rinunciare alla macchina. L’idea di base è trovare dei validi sostituti senza dover sacrificare troppo.

Ecco qualche esempio per ridurre le spese fisse, tratti da abitudini di vita quotidiana:

Caffè & Takeaway: cucinar sempre “doppio” e conservare in freezer, in modo da creare il tuo “takeaway” pronto all’uso, per quei giorni in cui non avrà il tempo di cucinare. Eliminiamo anche il costo di caffè ed altre bibite comprate fuori casa: è sufficiente acquistare un thermos da caffè da utilizzare la mattina, e fare scorta delle nostre bevande preferite quando sono in offerta. Possiamo preparare degli ottimi sostituiti alle bibite zuccherate, come ad esempio il tè in bustina, semplicemente raffreddandolo in frigorifero.

Consumi domestici: fare attenzione a non lasciare tutto acceso contemporaneamente in casa, o fare lavaggi la sera con la lavatrice o ottimizzare quelli della lavastoviglie aiuteranno a risparmiare in bolletta e anche a rispettare l’ambiente.

Fare la spesa: andare al supermercato con una lista definita, non affamati, e in modo organizzato vi consentirà di ottimizzare costi e tempi di gestione domestica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento