Rifiuti, l'appello della Cisl: "Strade trasformate in discariche, gestione da rivedere"

Il segretario Maurizio Saia: "Dovrebbe essere pubblicizzato il servizio domiciliare che preleva gratuitamente gli ingombranti"

Maurizio Saia

"Percorrendo molte strade comunali e provinciali di connessione tra i paesi agrigentini si assiste ad uno spettacolo indecoroso costituito da un manto di pattume nonché materassi, Tv e vecchie poltrone abbandonate. A parte la questione di civiltà che sta in capo a ciascuno di noi, appare evidente che rivedere il sistema di raccolta e conferimento dei rifiuti, dai costi troppo alti e di bassa efficienza sia veramente urgente". A dirlo è il segretario della Cisl, Maurizio Saia, che aggiunge: "Dovrebbe essere certamente pubblicizzato il servizio domiciliare che preleva gratuitamente i rifiuti ingombranti ma, intanto, tutti i residenti dell'agrigentino, pagano la tassa sui rifiuti più alta dell'intera nazione con l'aggravante che le nostre strade, per molteplici motivi, rimangono invase dai rifiuti".

Secondo Saia "il sistema così non regge, oltre al danno ambientale, ai rischi per salute dei cittadini, il danno sia di immagine che economico si ripercuote sulle attività turistiche che in questo periodo dell'anno stanno raggiungendo il maggior numero di presenze. Anche nella nostra città, dopo l'annuncio di un rilancio in termini di ripristino dei luoghi, ristrutturazione e progettazione di nuove strutture sul territorio cittadino, ci saremmo aspettati - aggiunge il dirigente della Cisl - che quantomeno delle basi, attinenti al decoro urbano, non ne dovessimo più parlare, poiché quando si parla di estetica si da per scontato che materie di primaria importanza come l'igiene, ad esempio, siano prioritariamente assicurate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento