Realmonte, consegnate le prime compostiere domestiche

Vengono assegnate in comodato d'uso gratuito. I facilitatori e il personale dell'Ati, hanno anche spiegato agli utenti come utilizzarle

Le compostiere consegnate ai cittadini

È iniziata oggi, per proseguire anche domani,  in piazza Umberto I a Realmonte, la consegna delle prime  compostiere domestiche a tutti i cittadini che in queste settimane ne hanno fatto richiesta. Durante il corso della mattinata, i facilitatori e il personale dell'Ati, hanno anche spiegato agli utenti, come realizzare il composter che permetterà loro, già dopo poco tempo,  di ricavare dagli scarti organici e da quelli di giardino un terriccio ottimo per il giardinaggio e l’agricoltura. Il compostaggio infatti, è naturale perché tutto il merito della trasformazione è dei microrganismi presente nel terreno e negli scarti che degradano e trasformano i rifiuti organici.

Le compostiere vengono assegnate in comodato d'uso gratuito e tra i vantaggi principali di produrre compostaggio domestico – spiegano le aziende - è che chi lo farà avrà diritto ad una riduzione delle tariffe a partire dal momento dell'iscrizione all'Albo dei Compostatori. La riduzione sarà autonoma ed indipendente da altre forme di sgravio e pertanto il cittadino/utente potrà ottenere anche altre riduzioni legate alla differenziata.

“I vantaggi del compostaggio – spiegano le aziende - sono quelli di garantire la  fertilità del suolo fornendo un ammendante naturale, utilizzabile nell’orto, in giardino e per le piante in vaso, di consentire un risparmio economico limitando l’acquisto di terricci, substrato e concimi organici e di  ridurre la produzione dei rifiuti diminuendo in tal modo la quantità di materiale organico da portare in discarica. Si possono compostare gli avanzi da cucina, gli scarti di giardino e dell'orto e altri materiali biodegradabili come segatura, trucioli provenienti da legno non trattato e cenere da camino”.

Potrebbe interessarti