Amianto nella Valle dei Templi, ordinata bonifica di un terreno sequestrato

La vicenda è conseguente ad un sequestro da parte della Procura di Agrigento per un caso di abusivismo edilizio in contrada Pezzino

Cumuli d'amianto (foto d'archivio)

Non hanno bonificato un terreno sequestrato all’interno del Parco archeologico Valle dei Templi e adesso per i proprietari è scattata l’ordinanza di rimozione e smaltimento dei rifiuti speciali da parte del sindaco di Agrigento, Lillo Firetto.

La vicenda si riferisce ad un sequestro da parte della Procura di Agrigento per un caso di abusivismo edilizio avvenuto nel 1993 in contrada Pezzino, all’interno di un’area di circa 300 metri quadrati sottoposta a vincolo archeologico. Dopo un recente sopralluogo del custode giudiziario, il dirigente del settore Sanità, Ecologia ed Energia, Giuseppe Principato, sono stati scoperti cumuli d’amianto che, a causa del degrado avanzato, hanno reso i luoghi pericolosi per la salute.

I proprietari del terreno sono tenuti adesso a provvedere alla bonifica dell’area sequestrata, per evitare la dispersione di fibre d’amianto nell’aria con i conseguenti rischi per la salute. Così, non appena riceveranno l’autorizzazione di accesso ai luoghi sequestrati da parte dell’autorità giudiziaria, avranno trenta giorni di tempo per provvedere allo smaltimento dei rifiuti pericolosi presenti nel terreno. Qualora ciò non avverrà, l’amministrazione comunale avviserà la Procura e la Soprintendenza ai Beni culturali di Agrigento per tutti i provvedimenti del caso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento