Il potenziamento scolastico

L'autonomia scolastica ha permesso l'inserimento di ore che differenziano e qualificano l'offerta formativa didattica, potenziando alcune discipline. Ecco di cosa si tratta

L’istituzione dell’autonomia scolastica nei diversi istituti  ha determinato importanti modifiche rispetto al passato in relazione alle cattedre presenti all’interno di ogni istituzione scolastica.

Nell’organico dell’autonomia, infatti, accanto alle cattedre facenti parte dell’organico di diritto, sono comprese anche le cattedre di potenziamento il cui numero e la cui tipologia è condizionata dalle scelte effettuate dalle singole scuole in sede di programmazione e definizione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, scelte che hanno indirizzato la richiesta di specifiche cattedre di potenziamento.

Ecco dunque cosa dispone la legge 107 in relazione alle finalità del potenziamento. In base al comma 2 le istituzioni scolastiche effettuano “ la programmazione triennale dell’offerta formativa per il potenziamento dei saperi e delle competenze delle studentesse e degli studenti e per l’apertura della comunità scolastica al territorio con il pieno coinvolgimento delle istituzioni e delle realtà locali”. I docenti dell’organico dell’autonomia, quindi, concorrono alla realizzazione del piano triennale dell’offerta formativa con attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento.

All'interno dei comma delle legge sono stati esplicati i diversi obiettivi formativi che devono essere considerati prioritari dalle istituzioni. Si tratta di obiettivi formativi che coinvolgono diverse aree disciplinari e riguardano lo sviluppo, valorizzazione e potenziamento per gli studenti di competenze diversificate.

L’offerta formativa e le attività progettuali sono finalizzate quindi alla  valorizzazione e potenziamento delle:

  • competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell’Unione europea, anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning;
  • potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche;
  • potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell’arte e nella storia dell’arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, anche mediante il coinvolgimento dei musei e degli altri istituti pubblici e privati operanti in tali settori;
  • sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri; potenziamento delle conoscenze in materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione all’autoimprenditorialità;
  • sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle attività culturali;
  • alfabetizzazione all’arte, alle tecniche e ai media di produzione e diffusione delle immagini;
  • potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano, con particolare riferimento all’alimentazione, all’educazione fisica e allo sport, e attenzione alla tutela del diritto allo studio degli studenti praticanti attività sportiva agonistica;
  • sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione

Sono tanti gli istituti della nostra provincia che offrono programmi di potenziamento oltre le discipline scolastiche e le ore previste, ed è questo il momento per scegliere se i nostri ragazzi vogliono optare per migliorarsi in alcune discipline.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il curriculum vitae: il nostro biglietto di presentazione

  • Trucchi e consigli per studiare meglio

  • Studiare una lingua con le app, oggi si può

  • Guida alle migliori università telematiche

  • Lo Smart Working

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento