“A morti spara e…cu acchiappa acchiappa”, due giorni di risate al teatro "San Francesco"

  • Dove
    Teatro San Francesco
    Indirizzo non disponibile
    Favara
  • Quando
    Dal 09/03/2019 al 10/03/2019
    dalle 20.30
  • Prezzo
    6 euro
  • Altre Informazioni

La rassegna teatrale "Rassegnati” continua con il proprio cartellone. Si continua domani sera, sabato 9 marzo con l’associazione culturale-teatrale "Giò 90 S. Vito di Favara", la quale calcherà il palco del teatro San Francesco, con una commedia che è già sold out.

Un successo annunciato insomma, poichè la velocità della vendita dei biglietti ha reso “necessario” il bis che sarà concesso la domenica seguente 10 marzo. “A morti spara e... cu acchiappa acchiappa", questo il titolo della commedia tratta dall'opera “Il Povero Piero" di Achille Campanile ed è stata liberamente riadattata e tradotta in dialetto siculo-favarese da Lilia Alba che ne ha curato la regia unitamente allo storico regista della compagnia, Dino Patti.

“È considerata una delle più divertenti e geniali commedie del Novecento italiano, espressione del teatro dell'assurdo e del paradosso di cui il Campanile è stato caposcuola - commentano i registi Alba e Patti -. È una commedia senza tempo né spazio - continuano- attuale in ogni periodo storico e in ogni luogo, ma mai, sostengono i due registi, come qui in Sicilia dove certe tradizioni sono profondamente radicate”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Carnevale di Licata, ecco tutto il programma dei giorni di festa

    • dal 22 al 25 febbraio 2020
  • Corteo storico, maratona e accensione del tripode: ecco il programma del Mandorlo in fiore

    • Gratis
    • dal 28 febbraio al 8 marzo 2020
  • "Bambini del mondo", via al festival: ecco tutti i gruppi partecipanti

    • Gratis
    • dal 28 febbraio al 6 marzo 2020
  • "Ero Malerba", il docufilm allo spazio Temenos: l'evento

    • Gratis
    • 22 febbraio 2020
    • Spazio Temenos
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento