Il maestro Einaudi incontra la stampa: "Agrigento ha un fascino particolare"

Il suo inconfondibile cappello, uno stile quasi vintage e gli occhi che spaziano tra le bellezze della Kolymbetra. Il musicista ha parlato dei giovani, della sua infanzia e della sua passione per la musica.

Ludovico Einaudi e Giuseppe Lo Pilato nel giardino della Kolymbetra

Il suo inconfondibile cappello, uno stile quasi vintage e gli occhi che spaziano tra le bellezze della Kolymbetra. Il maestro Ludovico Einaudi, questo pomeriggio, ha incontrato la stampa agrigentina, soffermandosi su diversi aspetti. I giovani, la sua infanzia e la sua passione per la musica. "Amo la musica, la amo profondamente. Il rapporto con i giovani? Sono contento quando so che ascoltano la mia musica, per me è motivo d'orgoglio". A Ludovico Einaudi chiediamo qual è il suo pensiero sui talent show: "Non li vedo molto utili, vedo la musica sotto tutt'altro aspetto".

Ludovico Einaudi, figlio del celebre editore, parla anche del suo passato: "Figlio di editore, ma anche figlio e nipote di musicisti; un mix importante e che mi ha formato tantissimo. Uno dei miei ricordi più belli è stato l'incontro con Italo Cucci, oggi per me è quasi un parente. Da piccolo mi regalò una pianta grassa, mi spiegò il significato e forse proprio da quel giorno si sviluppò il mio amore per le piante in generale".

Il musicista parla anche di Agrigento: "Questo posto è incantevole, essere qui oggi, immerso nella natura è una bella sensazione. Mi spiace che io non possa visitare tanto questa terra, mi affascina moltissimo".

Ludovico Einaudi questa sera terrà il suo concerto teatro Valle dei Templi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento