Sounday, domenica 16 ottobre tocca a Fede ‘n’ Marlen

Il duo napoletano è in tour in Sicilia Sounday, domenica 16 ottobre tocca a Fede ‘n’ Marlen. Dopo la musica brasiliana di Manola Micalizzi, arrivano le partenopee. Voce, chitarre e fisarmonica per raccontare il loro Sud. Intanto gli organizzatori annunciano un live internazionale: il canadese Bocephus King suonerà a Licata il prossimo 6 novembre.

Giunto al terzo appuntamento della stagione autunnale, Sounday apre a musicisti provenienti da oltre lo Stretto. Dopo la bossa nova e il samba di Manola Micalizzi, infatti, sul palco della Drogheria arriva Fede ‘n’ Marlen, duo napoletano che presenterà l’ultimo lavoro discografico, “Mandorle”.

Federica Ottombrino e Marilena Vitale faranno tappa a Licata in occasione del tour siciliano che le vedrà impegnate, oltre che nella città di Rosa Balistreri, anche a Trapani, Palermo e Favara Attivo dal 2013, il duo ha totalizzato più di 200 concerti durante lo “Stalattiti tour” dello stesso anno. A Licata, Fede ‘n’ Marlen arriva dopo la collaborazione con artisti del calibro di Cristina Donà  e della cantante tunisina M'Barka ben Taleb.   
Ufficializzato, poi, il concerto del cantautore canadese Bocephus King, che si esibirà per il primo appuntamento novembrino di Sounday, precisamente il 6.

Prima di lui, gli ultimi due concerti di ottobre, con il calabrese Michele Scerra, il 23, e la catanese Roberta Finocchiaro, il 30. In corso Roma 22 sarà un week end lungo, che terminerà con “Mexico a Licata”, iniziativa che, il prossimo martedì 18, sancirà la collaborazione della Drogheria con la pizzeria Sardasalata. Ospite della serata il licatese, ma romano d’adozione, Cristian Bugiada dell’ “Agaveria La Punta”, cocktail bar e ristorante messicano inaugurato di recente nella Capitale e frutto della sinergia tra gli storici locali “JerryThomas” e “Freni e Frizioni”. Contestualmente, prevista anche l’apertura della prima mostra di arte figurativa alla Drogheria: l’esposizione temporanea del pittore Gino Leto. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

Napoli, Granada, Buenos Aires, Rione Sanità. Da questi luoghi nascono i suoni che nel 2013 danno vita al sodalizio tra le due cantautrici Fede 'n' Marlen, Federica Ottombrino e Marilena Vitale, due ragazze napoletane che si incontrano e scoprono un mondo comune, un mondo dove lasciar respirare le loro emozioni guidate dall'intreccio delle loro voci. Inizia così un percorso musicale che le porterà alla realizzazione di un primo Ep "Stalattiti" prodotto da "Casa Lavica Records" e di un LP, nel luglio di quest'anno, intitolato "Mandorla" su etichetta Europhone Records/Veloce Entertainment.   

A differenza del primo lavoro intimo e totalmente acustico, dove le voci sono accompagnate dai soli loro strumenti chitarra acustica e fisarmonica, il nuovo disco è valorizzato grazie alla produzione artistica e agli arrangiamenti di Arcangelo Michele Caso.      

La nuova veste esalta in maniera raffinata e sognante la nudità delle dodici canzoni. Ciò nonostante le orchestre di archi, sezione ritmica, arpa e chitarre non impediscono all'ascoltatore di cogliere e ritrovare l'essenziale e le verità semplici che trasudano dai testi. Le parole per loro sono veicolo di una poesia profonda che nella dualità elimina il conflitto per dar spazio alla completezza. Il titolo "Mandorle" rappresenta proprio questo: l'unione di due mondi, il cui frutto è protetto proprio dalla spinta opposta delle due metà del guscio.

Hanno collaborato al disco nomi importanti della musica contemporanea, il chitarrista Gianni Guarracino, la cantante tunisina M'Barka ben Taleb, Ciro Tuzzi degli Epo e la cantautrice siciliana Katres

Nel loro bagaglio di influenze sonore e formazione musicale scoviamo la musica d’autore, i cantautori sudamericani, magici come Caetano Veloso e Adriana Calcanhotto, l’antica e saggia canzone napoletana, l’amore per gli strumenti acustici e tradizionali, la voglia di parlare ad un mondo che sembra sfuggire alla teoria dell’amore, alla bellezza delle cose, alla passione per la vita.

Con la fine del 2013 comincia lo “Stalattiti Tour” che le porta a suonare in tutta la penisola italiana, in tappe importanti da Milano a Roma fino all'agrigentino, collezionando un attivo di 200 concerti e imponendosi sulla scena napoletana sempre più viva. Emozionanti e significative le aperture dei concerti a Cristina Donà, Lucariello, Francesco Di Bella, Ciro Tuzzi ed alcuni live dove hanno condiviso il palco con Brunella Selo, Maria Nazionale, Tommaso Primo e Alessio Arena.

Il 30 novembre 2015 sono ospiti della trasmissione "Il barone rosso" su Roxybar.tv, diretta da Red Ronnie, che ne apprezza in maniera inequivocabile l'originalità e lo spessore artistico. A febbraio di quest'anno il Tg Regione, in onda su RAI3, dedica loro uno speciale nella rubrica settimanale Music & the City, a cura della giornalista Cecilia Donadio, dedicato alla musica campana.

Nella loro musica Fede'n'Marlen raccontano storie che sudano amore,ironia, piccole filosofie di vita e si confrontano con un mondo che velocemente vorrebbe cancellare ogni emozione mentre le canzoni le fermano e le mettono in musica, sono scritte nei testi, vivono nelle voci, nelle chitarre, nella fisarmonica e nei suoni viscerali e sinceri, per entrare nella pelle del sogno in cui vivono da tre anni. Appuntamento, quindi, a domenica 16 ottobre, alle 21.30, alla “Drogheria”, in Corso Roma 22 a Licata.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • I bersaglieri fanno tappa in città, ecco il programma dell'evento

    • Gratis
    • dal 4 al 6 ottobre 2019
    • Valle dei Templi
  • "Nnumari", l'ultima idea di Pino Cuttaia: la sostenibilità della filiera del Mediterraneo

    • dal 2 al 4 ottobre 2019
  • "Scrivere luce": si presenta a Canicattì il libro di Ferrigno e Antenucci

    • Gratis
    • 19 settembre 2019
    • Centro culturale San Domenico
  • Da venerdì 27 a domenica 29 settembre, nuova edizione del Festival di Lampedusa

    • dal 27 al 29 settembre 2019
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento