"Educare alla legalità e alla cittadinanza", incontro a Ravanusa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Lunedì 10 aprile l'Istituto Comprensivo "A. Manzoni ", ancora una volta, scrive un'interessante pagina di educazione alla legalità e alla cittadinanza. Quello che proposto, nell'Auditorium della scuola, è l'epilogo di un percorso didattico educativo che valorizza i talenti dei ragazzi attraverso attività di laboratorio, libere idee, riflessioni, emozioni, sentimenti supportati da valori di riferimento quali l'uguaglianza, il rispetto delle regole, la libertà, la giustizia, i diritti e i doveri.

I frutti di queste attività sono stati raccontati in una performance che ha utilizzato variegati canali di espressione e di linguaggi: dal canto, alla musica, alla drammatizzazione, alla ricerca di immagini significative, realizzata dalle classi terze dell'Istituto e coadiuvate dalle rispettive docenti di lettere.

Non poteva mancare l'intervento del Consiglio comunale dei Ragazzi, rappresentato dal baby sindaco, rigorosamente in fascia tricolore, gli assessori e i consiglieri, i quali, oltre a ricordare le esperienze significative vissute, hanno ribadito i punti del loro impegno. Dei pannelli raccontavano la loro storia con foto e immagini metaforiche, frutto di una ricerca interiore nella quale gli apprendimenti si trasformano in competenze. Diretto dal maestro Isa Paraninfo, il nostro meraviglioso coro, ci ha deliziato con i canti patriottici che hanno accompagnato l'Unità d'Italia.

Fruitore dello spettacolo un ospite d'eccezione, il professor Nicolò Mannino e il Parlamento della Legalità Internazionale, formato da giovani studenti provenienti da tutto il mondo. Il movimento culturale, apartitico interconfessionale e interreligioso, affonda le sue radici cristiane nello studio degli scritti di don Tonino Bello e si propone di veicolare un messaggio di legalità, inteso come gioia di vivere in maniera autentica i valori dell'amicizia, della fratellanza, della lealtà, della correttezza e della gratitudine a cominciare dalla scuola, palestra di vita. L'intervento del professor Mannino è stato coinvolgente, un'esplosione di gioia; con parole semplici, ma dirette ha lanciato un messaggio di speranza e di libertà: dalla droga, dall'alcol, dalla corruzione, dalla falsità, dall'ipocrisia; con i suoi ragazzi, ha dimostrato che insieme si può costruire un mondo migliore e che l'incontro, nella reciprocità arricchisce.

Siamo onorati di essere stati inseriti, grazie al nostro dirigente dottor Francesco Provenzano, in questa maratona che vede impegnato il Parlamento della legalità Internazionale in un dialogo aperto e gioioso con le scuole. La nostra scuola da sempre percorre itinerari di legalità con progetti educativi che danno priorità ad alcuni valori fondamentali, quali la dignità della persona,il dialogo, l'ascolto, la cittadinanza attiva, la pace. Dietro queste parole, ci sono idee, attività, esperienze, confronti, vissuti dagli alunni, protagonisti della propria storia, ma anche agenti di cambiamento del territorio e del tessuto sociale di appartenenza.

Il messaggio positivo proposto dal professor Nicolò Mannino e il Parlamento della Legalità Internazionale sicuramente ha arricchito ulteriormente la comunità educante, dagli alunni ai docenti, alle istituzioni presenti e ci ha dato la carica per continuare nel percorso già intrapreso e dare ai nostri giovani il coraggio e gli strumenti per vincere la partita della loro vita. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento