Viaggiare in aereo: i diritti del passeggero

Tutte le informazioni utili e i consigli degli esperti di Liligo per tutelare i propri diritti quando si viaggia in aereo.

Il team di esperti di Liligo, uno dei motori di ricerca viaggi più importanti in Europa, ha pubblicato un’utile guida sui diritti che tutelano i passeggeri aerei in caso di ritardo o cancellazione del volo oppure se si è vittime di overbooking. Lo studio di Liligo sui diritti dei passeggeri fa inoltre chiarezza sui risarcimenti economici che possono essere ottenuti secondo la normativa europea.

In caso di ritardo

Il disagio più frequente per i passeggeri è il ritardo del volo e la normativa è molto chiara sui diritti dei passeggeri e gli obblighi delle compagnie aeree. Se il ritardo è di almeno due ore la compagnia è obbligata ad informare il passeggero sui diritti in materia di risarcimento ed assistenza. Il diritto all’assistenza è infatti previsto se il ritardo è di almeno due ore e l’itinerario copre una distanza di almeno 1 500 km: in questo caso il vettore ha l’obbligo di fornire ai passeggeri cibo e bevande e di poter effettuare un numero determinato di chiamate telefoniche gratuite. Se il ritardo supera le tre ore rispetto all’orario di arrivo previsto, il passeggero ha inoltre il diritto di viaggiare su un altro volo fornito dalla compagnia o di essere risarcito (100% o 50%), ed inoltre il vettore dovrà pagare i costi di trasporto fra lo scalo alternativo e quello della prenotazione originaria. Se il volo parte il giorno successivo alla data orginariamente prevista, i passeggeri hanno il diritto di pernottare gratuitamente in albergo. Nel caso in cui i voli partano da un Paese UE, la compagnia aerea sarà obbligata a risarcire la mancata coincidenza.

L’ammontare del risarcimento in caso di ritardo di un volo superiore alle 3 ore varia a seconda della distanza del viaggio:

  • 250 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 1 500 km,
  • 400 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 3 500 km,
  • 600 € per voli cancellati che superano i 3 500 km di distanza.

Infine, in caso di ritardo di cinque ore la compagnia dovrà rimborsare l’intero biglietto e fornire gratuitamente il primo volo verso l’aeroporto di partenza se il passeggero ha perso una coincidenza.

In caso di cancellazione

Se il volo viene cancellato il vettore è obbligato ad offrire ai passeggeri tre opzioni (una scelta esclude l’altra): il rimborso, l’imbarco sul primo volo disponibile o il diritto ad un volo alternativo in una data successiva.

L’ammontare del risarcimento varia a seconda della distanza del volo cancellato:

  • 250 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 1 500 km,
  • 400 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 3 500 km,
  • 400 € per voli cancellati che superano i 3 500 km di distanza o 600 € per i voli operati al di fuori dell’UE.

In caso di overbooking e negato imbarco

L’overbooking è una pratica di vendita scorretta nei confronti dei viaggiatori, ma legale e a volte utilizzata dai vettori, che consiste nella vendita di prenotazioni superiori al numero di posti realmente disponibili sul volo programmato. Quando ciò avviene il passeggero può vedersi negato l’imbarco, anche se si è presentato con puntualità in aeroporto e presenta i suoi documenti in regola. In tale fattispecie il passeggero ha diritto al risarcimento e a ricevere assistenza.

Anche in questo caso l’ammontare del risarcimento è calcolato in base al chilometraggio del volo:

  • 250 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 1 500 km,
  • 400 € per voli cancellati che coprono una distanza fino a 3 500 km,
  • 400 € per voli cancellati che superano i 3 500 km di distanza o 600 € per i voli operati al di fuori dell’UE.

Circostanze eccezionali

Possono sussistere circostanze eccezionali dove il vettore non è tenuto ad offrire nessun risarcimento al passeggero, come le decisioni legate alla gestione del traffico aereo, l’instabilità politica del paese di destinazione, le condizioni metereologiche avverse ed ogni eventuale rischio che può compromettere la sicurezza dei viaggiatori. Si ricorda infine che, in caso di accettazione di un volo alternativo, l’importo del rimborso dovuto può ridursi del 50% o essere annullato del tutto.

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento