Valle del fiume Platani, nasce il primo cluster di imprese

La rete di operatoti del settore turistico siede allo stesso tavolo per programmare e organizzare la fruizione dell'area interna

(foto ARCHIVIO)

Una rete di operatoti del settore turistico che per la prima volta siedono allo stesso tavolo per programmare e organizzare al meglio la fruizione di questa area interna dell’Agrigentino. Agriturismi, B&B, affittacamere, aziende vitivinicole, artigiani, caseifici, panifici, apicultori società di servizi turistici e così via. Più di 250 posti letto dislocati tra i Comuni di Sant’Angelo Muxaro, Aragona, Santa Elisabetta e San Biagio Platani  e potenziali destinatari di servizi e prodotti di questa area dei Sicani. Un’immagine coordinata che condurrà all’utilizzo del marchio di qualità del distretto rurale di qualità. Il gruppo potrà accedere ai diversi strumenti del "Pal Sicani" per realizzare attività di comunicazione, educationals con operatori stranieri, partecipazione a fiere, segnaletica integrata e tanto altro.

Soddisfatti i vari operatori che già negli ultimi anni si sono fatti notare dal mercato straniero e che adesso contano di poter fare un ulteriore salto di qualità raccontando insieme il territorio, la storia i sapori e la gente di questi luoghi incontaminati.

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

  • Tagliati 80 alberi d'ulivo, agricoltore nel mirino

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento