Troppo carico di lavoro per delle precarie 50enni, la Cisl Fp: "Il sindaco faccia qualcosa"

Secondo quanto fatto sapere dal sindacato dei lavoratori, le donne avrebbero dei turni di lavoro insostenibili

FOTO ARCHIVIO

"Cinque lavoratrici donna tra i 52-58 anni impegnate in attività su strada per cinque ore al giorno, a volte impossibilitate persino ad utilizzare i servizi igienici e sottoposte a carichi di lavoro che non sono in grado di reggere. Abbiamo chiesto più volte al sindaco Nino Contino di prendere provvedimenti per questa situazione, ma ad oggi non ci risulta abbia adottato qualsivoglia misura, se si eccettua la poco gradevole abitudine di richiamare le lavoratrici in modo ufficioso per le lamentele rappresentate al sindacato”. Ad intervenire sulla spigolosa vicenda, che riguarda cinque dipendenti comunali precarie di categoria A del Comune di Comitini, è il  segretario generale della Cisl Fp per le province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna, Floriana Russo Introito.

“Alcune di loro hanno dovuto rivolgersi alle cure mediche per problemi di pressione nei mesi scorsi mentre si trovavano a lavorare, in piena estate, a diserbare alcune zone lontane dal centro abitato – continua Russo Introito -, segno che è necessario un approfondimento in termini di accertamenti medici. Inoltre le stesse lavoratrici denunciano di non essere in possesso di adeguati strumenti di protezione individuali, stante che la norma prevederebbe anche la limitazione della durata e dell’intensità dell’esposizione ai carichi di lavoro e obbliga il datore di lavoro alla progettazione e organizzazione dei luoghi in cui si opera. Ci chiediamo come questo possa essere realizzato – continua – se il personale si trova impegnato in zone molto distanti dal centro abitato, dove è chiamato ad effettuare interventi di diserbo anche in piena campagna, sia nel periodo estivo che in quello invernale, esponendolo, di fatto, a inutili rischi per la salute. Per questo la Cisl Fp chiede al sindaco Contino di adottare le misure necessarie per garantire la salute delle lavoratrici (essendo il primo cittadino tra l’altro un medico) e soprattutto di valutare la possibilità di ruotare il personale, essendo il Comune di Comitini dotato di altri lavoratori della medesima categoria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento