Tassa di soggiorno, Assohotel: "Non faremo una bella figura con i turisti"

Paolo Pullara prende posizione contro il provvedimento: "Non ci saremmo mai aspettati una introduzione tanto repentina che va ad interessare prenotazioni già in essere"

Foto d'archivio

"Non si può introdurre una tassa di soggiorno ad Agrigento in piena stagione turistica con solo poche settimana di preavviso". È quanto afferma Paolo Pullara, presidente di Assohotel Area Sicilia Centro Meridionale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da tempo manifestiamo contrarietà per l'introduzione della tassa di soggiorno ad Agrigento, - prosegue Pullara - ma non ci saremmo mai aspettati una introduzione tanto repentina che va ad interessare prenotazioni già in essere. La tassa di soggiorno sarà attiva già dal 15 luglio e non faremo una bella figura con i nostri ospiti che avendo prenotato prima non sono stati informati per tempo di questo ulteriore esborso. Ad oggi non abbiamo notizia del materiale informativo destinato ai turisti e il tempo per organizzarsi è veramente poco. Un avvio in bassa stagione o meglio ancora nel 2018 con un congruo preavviso per i nostri ospiti sarebbe stata una scelta sicuramente più opportuna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento