Istruzione, salute, impresa, turismo: approvata la strategia d’area per incassare 32 milioni

I Comuni interessati sono: Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Montallegro, Ribera, San Biagio Platani, Santo Stefano Quisquina e Villafranca Sicula

Un momento della riunione

E’ stato approvato oggi pomeriggio a Bivona dall’assemblea dei sindaci il documento contenente la Strategia d’Area con le schede progettuali riguardanti l’Area Interna Sicani composta da dodici Comuni dell’Agrigentino che riceveranno risorse per oltre 32 milioni di euro per gestire, in forma associata, alcuni servizi fondamentali per i cittadini e per il territorio. Le risorse economiche provengono da fondi statali e da quelli messi a disposizione dalla Regione nell’ambito del Po Fers 2014-2020. I Comuni interessati sono: Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Montallegro, Ribera, San Biagio Platani, Santo Stefano Quisquina e Villafranca Sicula. Gli assi strategici di intervento individuati per l’Area Interna Sicani sono sei: istruzione, accessibilità salute, turismo, impresa e occupazione.

Il sindaco di Bivona, Comune capofila, Milko Cinà, ha sottolineato in una nota “l’impegno profuso da tutti i sindaci nel portare avanti questa importante opportunità di finanziamento e di crescita per tutti i 12 Comuni. Con le misure previste si vuole contrastare lo spopolamento dei nostri paesi invertendo la tendenza negativa degli ultimi decenni. E’ una vera e propria sfida per il nostro territorio”. Per il sindaco di Cattolica Eraclea, Santino Borsellino, si tratta di “un’occasione importante per garantire efficienza ed economicità nell’erogazione dei servizi per i cittadini nel nostro territorio”.

Sono previsti, tra l’altro, interventi di riqualificazione dei tratti della viabilità provinciale che consentono i collegamenti interni al sistema intercomunale. Sono stati inoltre individuati interventi per il miglioramento dei collegamenti intercomunali infra Area attraverso una rete circolare di piccoli bus navetta elettrici: nei Comuni saranno installate le colonnine di ricarica. Altra misura per migliorare l’accessibilità è il servizio di taxi sociale. In programma anche interventi per la digitalizzazione e l’innovazione della Pubblica amministrazione e servizi per la cura delle persone: telemedicina, farmacia di comunità, acquisto ambulanze nonché l’adeguamento delle piste di elisoccorso di Cianciana e San Biagio Platani. Nella “strategia sicana” previsti anche interventi di efficientamento energetico di edifici ed impianti di illuminazione pubblica. Nella scuole dell’AI Sicani saranno realizzati dei laboratori finalizzati ad implementare le competenze dei giovani.

L’iter per la costituzione dell’Area Interna Sicani - una delle cinque aree interne della Sicilia - partì nel 2014 durante un incontro al Teatro Andromeda di Santo Stefano di Quisquina, quando sindaco di Bivona era Giovanni Panepinto, oggi presidente della Smap, la società per lo sviluppo del Magazzolo Platani: “Chiederò al nuovo ministro per il Sud Peppe Provenzano – ha scritto Panepinto oggi su Facebook - che si accelerino i tempi di attuazione degli interventi previsti”.

Dopo il passaggio di oggi, lo step successivo sarà la firma dell’Accordo di programma quadro tra Stato, Regione e Area Interna Sicani che consentirà la spendibilità delle risorse per la realizzazione degli interventi programmati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento