Residenza protetta IGEA: cresce la risposta alle esigenze dei più deboli

Nuovi servizi assistenziali, in risposta alle crescenti esigenze di anziani, disabili e altre appena dimesse dagli ospedali che necessitano di cure specialistiche

La Residenza protetta IGEA, gestita dalla Soc. Coop. Sociale Villa degli Angeli, inaugurata lo scorso anno, completa la filiera assistenziale a beneficio delle persone affette da disabilità. Complessivamente si tratta di 40 posti a disposizione nella struttura di via F34 a Raffadali (Ag), dove malati e famiglie possono contare su un servizio appropriato e specifico per la patologia.

Il progetto è il risultato dell’impegno e della sinergia della equipe di lavoro, formata da personale sanitario e assistenziale: viene svolta in una struttura non ospedaliera una forma di assistenza intensiva e qualificata.

Essa rappresenta un ponte tra gli ospedali e l’abitazione che  garantisce tutte le terapie, le manovre e le cure che non è possibile assicurare al domicilio di chi è appena uscito da una fase acuta o da un ricovero in ospedale, ma che ancora necessita di prestazioni avanzate rispetto anche all’essenziale assistenza in una casa di riposo.

La numerosa utenza e i risultati su cui si è espressa con soddisfazione, avvalorano che questo servizio,  è una risposta importante ai bisogni dei malati e delle famiglie non solo a livello di qualità assistenziale, ma anche in termini socio-sanitari, un significativo incremento di prestazioni e servizi.

esterno drone-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento