Reddito d'inclusione, dall'1 luglio stop ai requisiti familiari

Altra novità introdotta è l’erogazione una tantum del beneficio economico qualora lo stesso sia di ammontare inferiore o pari a 20 euro su base mensile

Foto d'archivio

L'amministrazione comunale di Ribera al lavoro per il reddito d'inclusione. L'Ufficio di gabinetto del sindaco, Carmelo Pace, ricorda che, con la legge di bilancio 2018, dall'1 luglio, saranno abrogati tutti i requisiti familiari per facilitare l'accesso al reddito d'inclusione. 

Da questa data, infatti, non è più necessario rispettare i requisiti familiari, ma semplicemente quelli economici oltre a quelli di residenza e soggiorno.

Altra novità introdotta è l’erogazione una tantum del beneficio economico qualora lo stesso sia di ammontare inferiore o pari a 20 euro su base mensile. Quindi, nelle ipotesi in cui, a seguito dell’istruttoria, l’importo mensile del beneficio economico connesso al ReI spettante per il primo mese sia pari o inferiore a 20 euro, tale importo sarà moltiplicato per la durata del beneficio ed erogato, anticipatamente, in un’unica soluzione su base annua.

Ultima novità riguarda l’importo del ReI, che viene incrementato del 10% rispetto alla formulazione originaria.

Pertanto, i nuovi importi, annuali e mensili, previsti per il 2018 sono i seguenti: numero componenti 1 beneficio massimo mensile 187,50 euro; numero componenti 2 beneficio massimo mensile 294,38 euro; numero componenti 3 beneficio massimo mensile 382,50 euro; numero componenti 4 beneficio massimo mensile 461,25 euro; numero componenti 5 beneficio massimo mensile 534,37 euro; numero componenti 6 o più beneficio massimo mensile 539,82 euro.

“Attualmente i beneficiari del Reddito di Inclusione, afferma l’assessore Francesco Montalbano - sono circa 100 nuclei familiari, che usufruiranno di questo beneficio per 18 mesi prorogabili per altri 6. Grazie al ReI, che è una forma di contrasto alla povertà, si sta conseguendo a dare un sostegno economico alle famiglie meno abbienti e tramite la sottoscrizione dei progetti personalizzati ad un successivo inserimento nell’ambito lavorativo”.

"Dal 1° luglio - afferma il sindaco Carmelo Pace - grazie all’eliminazione dei requisiti familiari la platea dei beneficiari sarà ampliata, pertanto, i fruitori di tale sostegno saranno sicuramente in misura superiore. Si coglie l’occasione per indirizzare i cittadini, che ne abbiano i requisiti, a recarsi presso gli uffici Servizi Sociali e presentare relativa domanda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

  • Su e giù dai carri e continue risse, il questore "ferma" il Carnevale di Palma

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento