Premio Cambiamenti, tra 14 start up selezionate anche 2 aziende della provincia

“Fiori d’Arancio” di Santo Stefano Quisquina ha guadagnato il podio, piazzandosi al terzo posto

Cerimonia di premiazione, a Catania, in occasione della prima edizione della fase regionale del “Premio Cambiamenti”: concorso, indetto dalla Cna, che valorizza la proposta innovativa delle imprese. Tra le 14 start up siciliane selezionate che hanno presentato il progetto, anche due aziende agrigentine: entrambe condotte da giovani donne. “Fiori d’Arancio” di Santo Stefano Quisquina ha guadagnato il podio, piazzandosi al terzo posto.

La titolare, Francesca Alferi, ha illustrato l’attività, il cui obiettivo è  conservare la tradizione che ruota attorno al pizzo chiacchierino. Una particolare tecnica di ricamo, risalente all’epoca vittoriana, che abbelliva e rendeva eleganti le tenute dei reali. “Fiori d’Arancio” trasforma la tradizione in arte da indossare. 
Curiosità ed apprezzamenti ha suscitato la società agricola “Le Sette Aje” di Santa Margherita Belice, il cui progetto è stato illustrato da Agata Cannata.

L’azienda nasce nel 2016 dalla volontà di 4 sorelle. L’innovazione consiste in un nuovo metodo di agricoltura sostenibile chiamato “protocollo agro-omeopatico”. “Entrambe le aziende  sono  di alta qualità e vogliose di affermarsi -  sottolineano il presidente provinciale della Cna, Francesco Di Natale, e il segretario Claudio Spoto – e il nostro sistema, attraverso la rete dei servizi e la rappresentanza, certamente le aiuterà e sosterrà nel percorso di crescita”.

La giuria, composta dai vertici regionali della confederazione: il presidente Nello Battiato e il segretario Piero Giglione, e dal presidente di Giovani Imprenditori Vicentini, ha incoronato prima classificata una start up di Catania, a cui è stato assegnato un voucher di mille euro e il lascia passare per partecipare alla fase nazionale di “Cambiamenti 2019”, in programma a Roma il 28 novembre. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento