Turismo in rete tra la Calabria e Palma di Montechiaro, Taibi: "Molti operatori vogliono collaborare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nello splendido scenario di Acitrezza, si è svolto il primo incontro per la costituzione di una associazione con lo scopo di sviluppare il turismo in rete tra la Calabria e la Sicilia, realizzando dei percorsi
culturali ed enogastronomici, oltre che di fede e mistero, promuovendo sempre le eccellenze di ogni singola provincia.

I temi trattati sono andati dal turismo sostenibile al turismo inclusivo. Il turismo esperienziale dove il viaggiatore diviene
protagonista della propria vacanza e quello enogastronomico per la scoperta del territorio attraverso il gusto. Si sono anche realizzati dei itinerari turistici che sono stati presentati alla BIT di Milano nonché alcuni itinerari a tour operator canadesi per un progetto dì svernamento e altro.

Ne faranno parte i tour operator Etna Sicily travel con Giuseppe Guarneri e Alessandra Caraffa, more travel  Maria Grazia Reina, volare group tonino Ciancio OPn lavoro sezione Calabria con il collaboratore Santino Muto, l'Associazione "Sicilia per tutti" che si occupa di turismo accessibile con Benadette Lo bianco, l'Aics provinciale di

Agrigento guidata da Giuseppe Petix, nonchè dal resaponsabile del Dipartimento turismo dell'Aics agrigentina, Mario Gero Taibi, il giornalista Gaetano Ravanà che ha scritto il volume "Bellezze ed eccellenze agrigentine" dove sono ricavati dei percorsi interessantisia sotto il profilo del mistero che della fede oltre che dai paesaggi mozzafiato dei Monti Sicani, della Camera di Commercio Italo Ucraina capeggiata da Cristian Fiumara.

Nei prossimi giorni aderiranno all'iniziativa, unica nel suo genere in Sicilia, anche l'Unaat Regione Sicilia diretta da Paolo Lombardo, l'Unaatsez Agrigento guidata da Teresa Hamel, nonché l'Unaat sezione di Caltanissetta capeggiata da  Vincenzo Sorce Callari; ed ancora la Confeuropa Agrigento della presidente Rita Monella e l'Associazione "Cuore Aperto Agrigento" di Giovanni Montalbano e, infine anche"Italiangusto Calabria".

"Stiamo creando questa rete di operatori - dice Mario Gero Taibi, responsabile del Dipartimento Turismo dell'Aics di Agrigento - per promuovere l territori della Sicilia e Calabria creando una rete tra istituzioni, operatori ed enti locali. Molti operatori vogliono collaborare e ne siamo contenti, in cantiere ci sono tanti progetti, anche in questo momento cosi’ delicato per via del Coronavirus".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento