Servizio di pulizia delle Poste, lavoratori sul piede di guerra

Il sindacato della Cisl denuncia il ritardo nel pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio e chiede un tavolo di raffreddamento in Prefettura

Lavoratori addetti alle pulizie degli uffici postali della provincia di Agrigento, la Fisascat Cisl proclama lo stato di agitazione e chiede alla Prefettura l'attivazione delle procedure di raffreddamento previste dalla norma. 

In una nota segretario Castronovo evidenzia le problematiche attualmente vissute dai lavoratori della ditta "Euroservice Srl" impiegati nei servizi di pulizia degli uffici postali della provincia di Agrigento, Caltanissetta e Enna. "Sembra che tutte le azioni sindacali e le richieste di intervento alle autorità competenti siano andate al vento - scrive la Fisascat -. Infatti a tutt'oggi i lavoratori, non hanno ancora ricevuto il pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio. Abbiamo più volte contattato i dirigenti della ditta sub appaltatrice del servizio in oggetto, per cercare di capire quali siano le cause che hanno portato a tale ritardo sul pagamenti degli stipendi, ci hanno risposto che la ditta Manitalidea Spa, titolare dell'appalto, non effettua i pagamenti delle fatture dei servizi prestati da svariati mesi e per tale motivo la Euroservice non riesce ad avere liquidità di cassa sufficiente a garantire il regolare pagamento degli emolumenti. Ribadiamo - conclude il sindacato - che i lavoratori non possono essere vittime di malcostume o di deficienze burocratiche, la retribuzione è un diritto sudato e guadagnato e non una richiesta di elemosina. Non pagare gli stipendi significa mortificare la dignità dei lavoratori e creare seri problemi alle loro famiglie".


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Picchia la figlia e la moglie incinta spaccandole il naso", condannato 43enne

  • Cronaca

    Assunti da Moncada perchè raccomandati da Firetto? Il sindaco chiamato a testimoniare

  • Canicatti

    Va in escandescenze e rompe una bottiglia in testa ad un 25enne: il giovane è in ospedale

  • Cronaca

    Caso Mare Jonio, c'è il secondo indagato: Casarini finisce sotto inchiesta

I più letti della settimana

  • Vede palpeggiare la sorella dal balcone, scende e gli stacca l'orecchio a morsi: rinviati entrambi a giudizio

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • Rubano camion e trattore, braccati dalla polizia tentano la fuga per le campagne: ladro precipita in un dirupo e resta ferito

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • Scoppia l'incendio in una casa, tragedia sfiorata: in ospedale un 60enne

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento