Esportazione dei prodotti alimentari, in provincia il settore arranca

Nel corso degli ultimi 5 anni, comunque, si è registrata una crescita del 0,4% rispetto all'artigianato

(foto ARCHIVIO)

Export "amaro"  per la provincia di Agrigento. Stando ai dati di Confartigianato, infatti, aI primo semestre del 2019 in sei territori su nove, con peso sull’export totale regionale superiore all’1%, si osserva una crescita della domanda estera, diversamente dalla media regionale (-1,0%), e tra questi non c'è Agrigento, che tuttavia ad oggi esporta l'1,16% di quanto prodotto sul territorio provinciale.

I prodotti alimentari dell’Isola maggiormente richiesti dagli acquirenti esteri sono frutta e ortaggi lavorati e conservati (29,5% del totale export alimentari e bevande), altri prodotti alimentari (23,1%), oli e grassi vegetali e animali (6,7%) e pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati (5,1%).

In tal senso, rispetto all'export nel settore alimentare, marginale è la presenza in provincia: sono il 2,6% in provincia di Catania, il 2,3% in provincia di Palermo e solo l'1,1% in provincia Agrigento (1,1%) e Trapani (1,0%). Nel corso degli ultimi 5 anni, comunque, si sono rilevate dinamiche di crescita per l’artigianato alimentare a Catania (+4,9%) seconda per maggiore incremento degli ultimi cinque anni, dopo Milano, nella classifica nazionale tra le 26 principali province italiane; seguono nel rank regionale Ragusa (+1,9%) ed Agrigento (+0,4%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento