Da Terna investimenti in Sicilia per 614 milioni di euro in cinque anni

La Sicilia è la prima regione per investimenti sulla rete elettrica. Lo prevede il “Piano strategico 2019-2023”, presentato a Milano.

Ammontano a 614 milioni di euro gli investimenti che Terna sosterrà in Sicilia nei prossimi 5 anni, per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete elettrica nella regione. È quanto emerge dal “Piano strategico 2019-2023” presentato a Milano.

Ammontano a 614 milioni di euro gli investimenti che Terna sosterrà in Sicilia nei prossimi 5 anni, per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete elettrica nella regione. È quanto emerge dal Piano strategico 2019-2023” presentato a Milano

“La Sicilia si afferma come la regione con il maggior numero di investimenti per Terna. Il Piano Strategico per i prossimi 5 anni prevede investimenti per 614 milioni di euro per una rete elettrica sempre più sicura, resiliente e sostenibile in grado di rispondere ai cambiamenti che la transizione elettrica in atto richiede”, ha spiegato l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, che ha aggiunto: “Un impegno importante che porteremo avanti proseguendo nel percorso già intrapreso di dialogo e confronto costante con le comunità locali e il territorio".

Dell’investimento complessivo, 130 milioni saranno destinati a interventi di rinnovo degli asset esistenti. Il Piano prevede la demolizione di circa 70 Km di vecchi elettrodotti e la realizzazione di 104 km di linee in cavo interrato.

Importanti i vantaggi per l’indotto. Si stima l’impiego di circa 150 imprese, 650 tra operai e tecnici; e circa 75, fra professionisti e studi tecnici. Una ricaduta positiva non solo sotto il profilo occupazionale ma anche per le attività ricettive, di ristorazione e di servizi, presenti nei territori interessati dai cantieri.

Tra le principali opere in programma figurano: l’elettrodotto Paternò-Priolo; il riassetto di Ragusa, che migliorerà la sicurezza di alimentazione dei carichi nell’area; la nuova stazione elettrica di Vizzini, che consentirà di superare le congestioni sulla rete nell’area centro orientale interessata dal trasporto di produzione da fonte rinnovabile; l’elettrodotto “Chiaramonte Gulfi-Ciminna”, che collegherà la Sicilia Orientale alla Sicilia Occidentale; e, infine, interventi sulla rete nell’area di Catania.

Terna gestisce 5.500 km di linee elettriche in alta e altissima tensione e 78 stazioni elettriche in Sicilia e può contare su 190 persone impegnate sul territorio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Litiga con un uomo e per sbaglio parte un colpo di fucile: 50enne ferisce il figlio di 17 anni

  • Incidenti stradali

    Incidente fra auto in via Luca Crescente, due anziani incastrati e feriti

  • Cronaca

    Visitatori e incassi, la Valle dei Templi si conferma "regina" di Sicilia

  • Cronaca

    Il cucciolo impiccato ad un albero, l'appello: "Aiutiamo i carabinieri a fare giustizia"

I più letti della settimana

  • Era tornato a fare il bancomat: ritrovato il quindicenne scomparso

  • "Carni e pesce in cattivo stato", sequestrato un quintale di merce: denunciato ristoratore

  • "Cardiologo chiamato per un'urgenza investe e uccide pedone", farmacologo lo scagiona

  • Quindicenne scompare nel nulla, avviate le ricerche su tutta la penisola

  • Traffico di cocaina dal Belgio, spunta l'ex capomafia Giuseppe Quaranta

  • Scoperto un "falso odontoiatra", sequestrato uno studio medico: denunciate 3 persone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento