Sviluppo turistico, il Museo diffuso dei 5 sensi è la “best practice”

Il modello è stato presentato durante l'incontro per illustrare il bilancio di metà mandato del sindaco di Bivona Milko Cinà

E' stato illustrato ai cittadini bivonesi, il bilancio di metà mandato del sindaco Milko Cinà. Ospite dell'evento anche il Museo diffuso dei 5 sensi di Sciacca che, da tempo, ha avviato una stretta collaborazione con l'amministrazione locale. La presidente Viviana Rizzuto ha relazionato sul modello di sviluppo turistico ed economico ecosostenibile promosso dalla comunità saccense già dagli inizi del 2019. Sciacca e il suo Museo diffuso ancora una volta alla ribalta come “best practice”.

“Viviamo in un territorio impregnato di arte, antiche tradizioni, paesaggi sublimi, natura incontaminata, storia e cultura. Paradossalmente, però, molto spesso ne perdiamo la consapevolezza e non facciamo abbastanza per valorizzarlo e tutelarlo - commenta Viviana Rizzuto - . Bivona è tra i Comuni virtuosi che ha capito che bisogna invertire la rotta e ripartire dal fulcro di ogni agglomerato urbano, la comunità. Comunità che diventa protagonista e promotrice nel mondo della propria identità; identità che diventa risorsa indispensabile per uno sviluppo sano, florido e sostenibile del proprio territorio. E' questo il modello di sviluppo turistico, economico e sociale che abbiamo voluto raccontare”.

“Va dato poi un meritatissimo plauso all’attuale amministrazione comunale - aggiunge Viviana Rizzuto - che, in appena due anni e mezzo di mandato, è riuscita a presentare progetti per oltre 19 milioni di euro e a farsene finanziare oltre 17 milioni, garantendo le necessarie risorse economiche per concretizzare il potenziale espresso dall’insieme delle risorse umane, materiali e immateriali della comunità bivonese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il migliore viaggiatore che possiamo accogliere non è quello mordi e fuggi ma quello che si ferma sul territorio, lo impara a conoscere, prova esperienze reali e stabilisce un legame empatico con chi lo accoglie. – conclude l'ing. Viviana Rizzuto – . Solo gli uomini e le donne del territorio, le storie degli anziani e le idee dei giovani, i saperi delle mani e le creatività delle menti possano dare un senso di unicità ad una offerta turistica che può diventare così volano per l’economia del territorio. Ciò che per noi è ordinario, molto spesso per il resto del mondo è assolutamente straordinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento