Tassa dei rifiuti, taglio del 16 per cento per oltre 5 mila imprese

Boccata d'ossigeno per gli esercizi commerciali e di ristorazione, le attività produttive e tutti i professionisti da partita Iva

E’ giunto il tempo di tirare un sospiro. Di sollievo, naturalmente. Gli esercizi commerciali e di ristorazione, le attività produttive e tutti i professionisti da partita Iva pagheranno il 16 per cento in meno di Tari, la tassa sui rifiuti di Agrigento. Serve, naturalmente, la ratifica del consiglio comunale. Ma non potrà che essere un mero passaggio formale.

Confcommercio Agrigento: "Taglio della Tari? Bene, ma vigileremo"

"E’ la riduzione di una tassa che tocca oltre 5 mila imprese e indirettamente anche cinquemila famiglie che vivono di attività di impresa – ha spiegato, ieri, il sindaco Lillo Firetto - . Avremmo potuto scontare la Tari fino al 20 per cento per queste utenze e prevedere graduali riduzioni per tutte le famiglie agrigentine se solo la Regione non ci avesse costretto, a sorpresa, a caricarci i gravosi costi del conferimento a Bellolampo e a Belpasso. E’ comunque un sostanziale aiuto all'economia che è frutto della razionalizzazione del servizio e soprattutto della lotta all'evasione e dell'avvio della raccolta differenziata in modo corretto, come la gran parte degli agrigentini hanno mostrato di saper fare – ha sottolineato il sindaco Firetto - . Ora tocca al consiglio comunale ratificare il provvedimento che diventerà subito dopo attuativo. Ci auguriamo che la Regione risolva, al più presto, la questione del conferimento, - Firetto è tornato, fra le righe, a lanciare l’ennesimo appello - così che si possa rapidamente eliminare questi ulteriori costi e raggiungere l'obiettivo di una tariffa più leggera per tutti. Nel frattempo, è oltremodo necessario razionalizzare ancor più il servizio, laddove si registrano disfunzioni e migliorare la pulizia potenziando lo spazzamento. Tutti obiettivi raggiungibili con un più accorto e diligente servizio della ditta e con la sempre più attiva collaborazione dei cittadini che hanno mostrato senso civico e amore per la città, effettuando con criterio la differenziazione dei rifiuti e denunciando o cogliendo sul fatto incivili e trasgressori".

"Pagano troppo! L'ho detto sin dal 2015 - ha aggiunto Firetto - . Il prossimo anno incideremo sulle utenze domestiche. Sono i risultati di una tenace lotta all'evasione e della corretta differenziata effettuata dagli agrigentini che hanno a cuore la città e che hanno denunciato o colto sul fatto incivili e trasgressori. È il traguardo che avete raggiunto voi cittadini con senso civico, con fatica e capacità di adattamento alle novità. A voi il merito, agrigentini! Prossimo step - 20 per cento per tutti!".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento