“Riqualifichiamo l’Italia": parte da via Demetra il primo cantiere da 200 mila euro

L'innovativa piattaforma Cna consentirà, ai condomini e ai proprietari delle singole unità immobiliari, la cessione del credito d’imposta immediata

Un momento del seminario

Tutto pronto: partirà anche ad Agrigento, in via Demetra, il primo cantiere edile nell’ambito del progetto “Riqualifichiamo l’Italia”, nato da uno studio di Cna Sicilia e poi diffuso lungo tutto lo "stivale" dalla confederazione, in partnership con Harley & Dikkinson, arranger tecnologico-finanziaro e di garanzia che opera nel campo della riqualificazione del patrimonio immobiliare. L’annuncio della definizione dell’iter, alla presenza del responsabile Ludovico Glorioso,  è stato dato in occasione del seminario, dedicato proprio al tema “Ecobonus e Sismabonus”, organizzato dalla Cna all’interno di “una fiera per costruire” ospitata al centro commerciale “Città dei Templi”.

Il costo dell’intervento, che prevede in particolare il rifacimento del prospetto, dei balconi, degli infissi e l’installazione di un cappotto termico, ammonta a quasi 200mila euro. “L’innovativa “Piattaforma Cna - affermano il presidente provinciale, Francesco Di Natale, e il segretario Claudio Spoto - ha il suo principale punto di forza nel consentire ai condòmini, e ora a anche ai proprietari delle singole unità immobiliari, la cessione del credito d’imposta immediata. Questo passaggio, fondamentale, libera di fatto il virtuoso meccanismo da quel freno, rappresentato dalla procedura della detrazione  decennale. Lo strumento, messo in campo dalla nostra confederazione grazie al coinvolgimento e alla presenza di enti riconosciuti e affidabili, dà infatti la possibilità, a chi intende realizzare opere di efficientamento energetico e/o antisismiche, di accedere a questo conveniente e comodo percorso, con la conseguenza di doversi accollare solo e soltanto una porzione della spesa, cioè quella non coperta dagli incentivi statali. Questi sono fatti di cui la Cna si sta facendo portatrice – osservano ancora Di Natale e Spoto –  per sostenere concretamente il tessuto produttivo che continua ad essere in affanno anche per le inadeguate strategie di politica economica provenienti dai centri di poteri della politica”.

Ad eseguire i lavori, attraverso il Consorzio Caec premium partner di Eni Gas e Luce, sarà l’impresa socia “EdliPlat” di Alessandro Platamone. La sua testimonianza è stata il migliore “slogan” al progetto. “Io ho creduto sin da subito in questa piattaforma – ha detto nel corso del seminario l’imprenditore edile agrigentino - la struttura della CNA mi ha costantemente guidato ed accompagnato con serietà, competenza e professionalità. E quello di oggi  per noi, che preferiamo fare piuttosto che parlare, rappresenta un giorno importante. Sono orgoglioso – ha aggiunto con un pizzico di emozione Platamone – che sarà la mia impresa ad aprire il primo cantiere di questo tipo ad Agrigento”. E anche i condòmini di via Demetra, per bocca dell’amministratore Stefano Rizzo, hanno manifestato il loro apprezzamento e soddisfazione per il buon esito dell’operazione, che consentirà loro di riqualifìcare l’edificio senza esborso di costi eccessivi, di valorizzare il patrimonio immobiliare e di abbattere, alla fine dei lavori,  i consumi energetici e quindi i costi in bolletta. Al Seminario, che ha celebrato il battesimo della piattaforma anche ad Agrigento, non potevano mancare coloro che hanno investito tempo, risorse ed energie per dare slancio al progetto. Si tratta dei vertici regionali di Cna Sicilia. Il presidente, Nello Battiato, e il segretario, Piero Giglione, hanno detto: “Siamo contenti perché il lavoro, avviato poco più di un anno fa, comincia a produrre i suoi frutti. Ormai su tutto il territorio dell’isola sbocciano i cantieri: un segnale positivo, una significativa valvola di sfogo per le imprese edili e per l’intera economia in un contesto complessivo di stagnazione, segnato soprattutto dalla riduzione, sempre più drastica, del numero di appalti pubblici esperiti”. La Cna, nel corso del seminario, che ha visto la presenza attiva degli Ordini professionali dei Consulenti del Lavoro, dei Commercialisti, degli Architetti e dei Geologi,  ha acceso i riflettori anche sul tema del credito, con l’intervento della direttrice di Unifidi Imprese Sicilia, Nunzia La Rosa, e sul tema Edilcassa Sicilia, uno nuovo strumento a tutela degli interessi delle imprese edili artigiane e dei lavoratori. La direttrice, Iolanda Schifano, ha spiegato tutte le opportunità, le agevolazioni e risparmi  per le imprese aderenti. Sono intervenuti anche Elio Dorsi, responsabile provinciale di Edilcassa Agrigento, e Maurizio Merlino, coordinatore regionale di Cna Costruzioni.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento