Lo Bello: "I bandi per le imprese sono pronti per partire"

L'annuncio dell'assessore regionale al seminario organizzato dalla Cna. "Si tratta solo di attendere giorni o addirittura ore"

Il seminario organizzato dalla Cna

“I bandi sono pronti, questione di giorni, se non di ore, e poi finalmente saremo nelle condizioni di partire”. L’assessore regionale alle Attività Produttive, Mariella Lo Bello, lo ha annunciato nel corso del seminario informativo, incentrato sul Programma Operativo del Fondo di Sviluppo Regionale 2014-2020, che si è tenuto ad Agrigento su iniziativa della Cna.

“Per quelli che sono di nostra competenza – ha spiegato il vice presidente della Regione - aspettiamo le schede della Corte dei Conti per potere mettere questi importanti strumenti a disposizione del territorio, per offrire queste nuove opportunità alla nostra Isola che vuole crescere, andare avanti e creare sviluppo e occupazione. E vogliamo che raggiungano davvero tutti. Il nostro obiettivo in questa fase è infatti informare: ecco perché – ha evidenziato Mariella Lo Bello - abbiamo sposato subito, con grande interesse, l’idea lanciata dalla Cna”.

Uno dei punti su cui è stata maggiormente focalizzata l’attenzione ha riguardato la promozione della competitività delle piccole e medie imprese, compresa la costituzione di nuove attività e l’internazionalizzazione,  che trova riscontro nell’Asse Prioritario 3. Ad illustrare le singole misure, la dotazione finanziaria, che ammonta complessivamente a 650 milioni di euro, i requisiti di ammissibilità, le modalità di accesso al finanziamento e i settori interessati, sono stati il direttore generale, Alessandro Ferrara, e il dirigente del comparto Innovazione Tecnologica e Politiche per lo Sviluppo Economico, Dario Tornabene. A seguire le loro dettagliate e chiare relazioni, una platea attenta e numerosa, formata da  artigiani, imprenditori, professionisti e amministratori.

Una sala strapiena, tanto che è stato necessario allestire un maxi schermo nella hall dell’albergo cittadino che ha ospitato l’evento, al quale hanno dato il loro contributo anche gli ordini professionali. Hanno aderito architetti, ingegneri, geometri, consulenti del lavoro, agronomi e  dottori Forestali e  geologi. Soddisfatti per l’esito della manifestazione pubblica i vertici provinciali della Cna. “E’ andata al di là di ogni più ottimistica previsione – ha ammesso il segretario Piero Giglione, che ha portato il saluto dell’associazione – è stato un momento proficuo sia in termini di acquisizione delle conoscenze  che di confronto. Il nostro sforzo è stato riconosciuto e apprezzato da tutti, anche dall’assessore Lo Bello che ha esaltato la nostra organizzazione. In questo particolare momento di difficoltà, chi lavora e produce va, ancora più, sostenuto, guidato e accompagnato. Così come vanno stimolati e illuminati gli orizzonti  di chi, andando in controtendenza - ha osservato Giglione - decide oggi, con coraggio e determinazione, di imboccare la strada dell’attività autonoma. E il Fesr Sicilia 2014-2020 rappresenta per tutti una straordinaria occasione da non perdere”.

 “Con questo seminario – ha detto il presidente provinciale Mimmo Randisi – abbiamo voluto, in ossequio a quella che è la nostra missione, offrire un servizio alle imprese. Per consentire loro di raccogliere tutte le informazioni utili e possibili al fine di avere un quadro completo,  rispetto ad una materia così complessa, in vista dell’apertura dei bandi. E in questa ottica – ha assicurato Randisi, che ha introdotto e moderato gli interventi – la Cna metterà a disposizione degli associati un apposito sportello per seguire passo passo l’iter e i vari passaggi, necessari per potere partecipare con progetti calibrati e corredati dalla documentazione richiesta”. A chiudere i lavori, che sono andati avanti per oltre tre ore, è stato il vice presidente nazionale della Confederazione, Giuseppe Montalbano. “Nessuna conclusione – ha affermato   – ma un arrivederci ad un prossimo incontro, da tenersi in tempi brevi, che abbia il crisma dell’aggiornamento, con l’obiettivo di  fare il punto sullo stato di avanzamento dei bandi  e in modo da tenere costantemente acceso il faro su questo percorso che è destinato certamente a lasciare il segno nel territorio e nell’economia dell’isola”.    
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento