Dalla Francia i coniugi Sciacca in visita nella città delle terme

Mentre visitavano il centro storico, si sono fermati con un agente della Polizia municipale, Luciano Parisi, e hanno poi espresso il desiderio di incontrare il sindaco Fabrizio Di Paola

Redazione 3 giugno 2013

“La gente di Sciacca c’est magnifique! Non cambiate”. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha ricevuto nei giorni scorsi al Comune una coppia di turisti francesi. Hanno voluto incontrare la massima carica istituzionale per manifestare i propri sentimenti di apprezzamento nei confronti della città e della sua popolazione. Sono i coniugi Salvatore e Jacqueline Sciacca, Sciacca come la città dove da cinque anni vengono a trascorrere le vacanze.

Sono di Aixen Provence, una città del sud della Francia, nella regione della Provenza, a pochi chilometri da Marsiglia. Aixen Provence, hanno spiegato, è una città d’arte, universitaria, ricca di sorgenti termali. I suoi paesaggi hanno ispirato molti artisti, tra cui Paul Cezanne.

Mentre visitavano il centro storico, si sono fermati con un agente della Polizia municipale, Luciano Parisi, e hanno poi espresso il desiderio di incontrare il sindaco Fabrizio Di Paola. L’incontro è avvenuto poco dopo nell’ufficio del sindaco.

Il sindaco Di Paola ha donato loro un vaso in ceramica e un libro su Sciacca, dicendosi felice per i complimenti e la loro scelta.

Salvatore Sciacca è un ingegnere edile in pensione. La moglie ex direttrice di un hotel. Lui è originario di Catania ma, bambino, nel 1949, si è trasferito con la famiglia in Francia. Cinque anni fa, il desiderio di visitare la città che portava il suo cognome. Da allora ogni anno viene a Sciacca. “Non ci sono parole abbastanza forti – ha detto al sindaco l’ingegnere Salvatore Sciacca in una lingua tra il francese e l’italiano – per esprimere quanto è bella la vostra città. Al primo posto metto la gente. È di una gentilezza, di una ospitalità, che è ormai difficile da vedere in altre parti. Non cambiate”.

Annuncio promozionale

L’ingegnere Sciacca ha poi esaltato il patrimonio monumentale e paesaggistico, il mare e il pesce.   

Sciacca

Commenti