"Non palpeggiò anziana durante trasporto in ambulanza", assolto infermiere del 118

La donna, una turista inglese, immobilizzata dopo una sospetta frattura del femore, aveva denunciato di essere stata palpeggiata e toccata nelle parti intime

Assoluzione perchè il fatto non sussiste: i giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, hanno scagionato dall'accusa di violenza sessuale l'infermiere Salvatore Scrima, 70 anni, di Favara.

L'imputato, difeso dall'avvocato Floriana Salamone, era stato denunciato da una turista inglese, oggi 78enne, che lo aveva accusato di avere approfittato del suo stato di malessere, dovuto a una caduta alla Valle dei Templi, per toglierle il reggiseno, infilarle la mano sotto il vestito e palparle le gambe e le parti intime sotto il vestito.

L'episodio sarebbe avvenuto il 13 giugno del 2010 all'interno dell'ambulanza dove la turista era stata soccorsa da Scrima e dal collega che guidava il mezzo, durante il trasporto all'ospedale. Alcuni giorni dopo, quando la donna aveva già lasciato la città, sporse denuncia in un commissariato della provincia di Messina. La presunta vittima era stata rintracciata in Inghilterra ma ha fatto sapere di avere dei problemi fisici che non le consentivano di venire ad Agrigento a testimoniare.

Per questo era stata acquisita la querela. Anche il pubblico ministero Chiara Bisso aveva concluso la requisitoria chiedendo l'assoluzione dell'imputato in quanto "non è stato possibile in dibattimento raggiungere la prova".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa era andata oltre sottolineando, fra le altre cose, "l'assoluta inattendibilità della donna. Sostiene - ha detto l'avvocato Salamone nel suo intervento conclusivo - di essere stata palpeggiata ma è impensabile anche solo per il semplice fatto che il corpo era quasi interamente coperto dalle cinque cinghie con cui era stata immobilizzata, come da protocollo, sulla lettiga perchè si sospettava potesse avere una frattura del femore".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento