Non accetta la fine della loro storia: "spara un colpo di pistola in aria e minaccia la ex", arrestato e allontanato

L'uomo è stato fermato dagli agenti del commissariato di Canicattì, adesso non potrà più avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna stalkerizzata

(foto ARCHIVIO)

Non avrebbe accettato la fine della relazione con una donna e per questo l'avrebbe insultata, minacciata e si sarebbe introdotto in casa sua sfondando una finestra tenendo in mano una pistola a salve.

Per questo i poliziotti del Commissariato di Canicattì hanno tratto in arresto D.F., 51enne canicattinese, fermato nella quasi flagranza del reato perché ritenuto responsabile di atti persecutori, minaccia a mano armata, esplosione pericolosa e danneggiamento aggravato.

Secondo la ricostruzione degli agenti, quando l'uomo, non accettando appunto la fine di una relazione sentimentale si era recato presso l'abitazione della donna ed aveva iniziato ad inveire contro di lei. Questa, temendo per sè, si era rifugiata in casa. L'uomo, però, rompendo una finestra aveva tentato di entrare nell'abitazione ed addirittura, stando alla testimonianza della vittima, era  riuscito ad afferrarla prima che questa si divincolasse dalla presa. D.F. avrebbe inoltre aveva esploso in aria un colpo d'arma da fuoco, che però si è rivelata essere solo una pistola a salve priva del tappo rosso.

L'uomo avrebbe minacciato di morte l'ex compagna e si sarebbe poi dileguato. Sul posto si sono prontamente recati gli agenti, che in breve hanno rintracciato l'uomo (che secondo le indagini fin dalla fine della relazione aveva posto in essere diversi comportamenti molesti, con telefonate e messaggi Whatsapp) presso la sua abitazione.

D.F. veniva quindi arrestato e il tribunale, condividendo le risultanze investigative del Commissariato, ha convalidato l'arresto ed ha disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento a tutti i luoghi abitualmente frequentati dalla donna stalkerizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento