"Ospite di un amico, abusa della figlia quattordicenne": la ragazzina conferma le accuse

La giovane ha raccontato in aula, durante l'incidente probatorio, di essere stata costretta ad avere un rapporto sessuale in Romania

“Ha approfittato dell’assenza di mio padre per violentarmi, gli ho chiesto di fermarsi ma non lo ha fatto”. La ragazzina quindicenne conferma le accuse nei confronti del ragazzo, C.P., 31 anni, che avrebbe abusato di lei in Romania, approfittando, peraltro, dell’ospitalità del padre. La giovane, ieri, è stata interrogata dal gip Francesco Provenzano nell’ambito dell’incidente probatorio.

A chiedere di acquisire la testimonianza, in contraddittorio fra le parti e pienamente utilizzabile in un eventuale processo, era stata il pubblico ministero Elenia Manno. L’indagato, assistito dall’avvocato Angelo Nicotra, per questi fatti è stato pure condannato in Romania.

Il trentunenne, lo scorso anno, secondo la ricostruzione dell’episodio fatta dalla ragazzina, sarebbe stato ospitato dal padre della presunta vittima, in Romania. Entrambi si trovavano là per cercare lavoro ma quest’ultimo era agevolato dalla circostanza che la moglie aveva una casa nello Stato estero. Il trentenne, secondo quanto denunciato dalla ragazzina, all’epoca quattordicenne, avrebbe approfittato dell’assenza del padre per violentarla. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento