"Preso con un fucile illegale", venticinquenne finisce agli arresti domiciliari

I carabinieri erano andati a notificargli un provvedimento cautelare minore e hanno trovato l'arma a canne mozze con la matricola abrasa

I carabinieri erano andati in una casa di Villafranca Sicula dove si trovava Paolo Vinci, di 25 anni, di Sassuolo, per notificargli la misura dell'obbligo di dimora nei suoi confronti emessa dall'autorità giudiziaria di Reggio Emilia in un comune di quella zona, ma nella casa avrebbero trovato un fucile semiautomatico a canne mozze calibro 12, con matricola abrasa e con relative cartucce, risultato illegalmente detenuto, e alcune dosi di cocaina del peso complessivo di circa 5 grammi. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il giovane prima è scattato il carcere e adesso, dopo l'udienza di convalida, il giudice del Tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella, lo ha posto ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento