Videosorveglianza, si corre ai ripari: ecco dove verranno ripristinati gli impianti

Il Comune, con provvedimento urgente, ha deciso di sistemare i grandi occhi collocati nel perimetro dello stadio Esseneto, ma non solo

Si corre ai ripari. Da tempo ormai, l’impianto di video sorveglianza situato nel perimetro dello stadio Esseneto non è funzionante. Ci sono problemi di alimentazione e s’è rotta la parabola per la trasmissione dei dati verso il traliccio di Villaseta. L’amministrazione comunale, consapevole del fatto che quei grandi occhi servono sia per eventuali disordini all’esterno del rettangolo di gioco che per prevenire e reprimere episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, ha deciso – ed ha già impegnato le somme necessarie – di procedere al ripristino dell’impianto di video sorveglianza. Un provvedimento urgente, quello predisposto nelle ultime ore, per riparare, riconfigurare e ripristinare il traffico dei dati verso il traliccio ricevente di Villaseta e di conseguenza al server di registrazione. Al Municipio è già arrivato un preventivo di spesa, di 2.135 euro, da parte della ditta Tp servizi di Agrigento. E l’ente sta procedendo con la procedura dell’affidamento diretto.

Sempre in maniera urgente, palazzo dei Giganti ha deciso di provvedere alla sostituzione delle antenne collocate nel traliccio di piazzale Giglia a San Leone e dell’antenna sistemata a Villaseta. Antenne che – per come si evince dagli atti amministrativi dell’ente – non sono più efficienti nella trasmissione dei dati della videosorveglianza. Ecco, dunque, che è stato ritenuto necessario – e urgente, appunto, - provvedere alla loro sostituzione per ripristinare il traffico dati di San Leone verso Villaseta e di conseguenza al server di registrazione. In questo caso, il preventivo arrivato dalla Tp servizi di Agrigento è stato di 2.257 euro, Iva inclusa, e si procederà sempre con la procedura dell’affidamento diretto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento