VIDEO | "E' lui l'uomo che ci ha massacrati e torturati", determinanti le parole dei migranti

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

E' stato riconosciuto mentre si trovava nell'hot spot di Lampedusa. E' stato accerchiato ed ha rischiato di essere linciato. Le vittime, cinque migranti, hanno raccontato, poi, tutto. "I migranti sono solitamente restii a collaborare - ha detto il capo della Squadra Mobile di Agrigento, Giovanni Minardi, - . Ma siamo riusciti, probabilmente per le gravi lesioni e gli atti di violenza subiti, a far raccontare tutto e a verbalizzare".

Il ghanese è stato, dunque, trasferito a Porto Empedocle prima e a Villa Sikania, a Siculiana, dopo. Poi, essendoci il pericolo di fuga, è stato firmato il provvedimento di fermo, in quanto indiziato di delitto, dai Pm della Dda di Palermo. I poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, che sono coordinati dal dirigente Giovanni Minardi e dal vice Vincenzo Di Piazza, seppur fra tante difficoltà, non abbassano mai la guardia sul fenomeno dell'immigrazione clandestina e dunque sulla prima frontiera che è quella di Lampedusa.  

 


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Video

      Morto per aver difeso una donna, 22enne accoltellato davanti ad un pub

    • Video

      Scala dei Turchi, arriva Giulio Golia: "La Sicilia è spaziale"

    • Video

      Scoperto un maxi arsenale a Favara, Patronaggio: "Tolte dalla strada armi micidiali e pronte all'uso"

    • Video

      San Calogero, una tradizione senza fine: i "Tammurinara" si prendono la città

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento