VIDEO | Rifiuti, in arrivo stangata per i cittadini: aumenta la Tari 2017

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Aumenti in vista per la Tari 2017. I maggiori costi del servizio di igiene urbana 2016, seguito dalle ordinanze del presidente della Regione e dalle disposizioni del dirigente del dipartimento Rifiuti, si scaricheranno sul costo della Tari di quest'anno. Lo hanno confermato in una conferenza stampa Giovanni Amico e Domenico Fontana, rispettivamente assessori al Bilancio ed all'Ambiente del Comune di Agrigento. 

"L’effetto dell'aumento - ha spiegato Amico - è dovuto ai maggiori oneri del 2016 sia per il trasporto in una discarica lontana, sia per maggiori oneri della discarica stessa". Riguardo poi alla raccolta differenziata, l'assessore Fontana ha confermato che già nella seconda parte dell’anno partirà in tutta la città. "Abbiamo deciso, nonostante i ritardi delle Srr, - ha spiegato Fontana - di partire già da fine luglio o ai primi di agosto con la differenziata, predisponendo un piano ponte che prevede la differenziata in tutta la città, gli effetti benefici di vedranno entro la fine del 2017 in larga parte sulla Tari del 2018".

Tornando all'aumento della Tari, fa sapere l'amministrazione comunale in una nota, "si tratta di scelte alle quali ci siamo opposti e rispetto alle quali faremo valere gli interessi dei cittadini agrigentini anche davanti alla giustizia civile e amministrativa perché non ricadano su di essi le croniche inefficienze di governi regionali incapaci di organizzare la gestione integrata dei rifiuti. Ciononostante al momento si tratta di uno sbilanciamento rispetto alle previsioni di cui dobbiamo farci carico. Oltre 690.000 euro per il trasporto dei rifiuti presso le discariche di Lentini e Melilli e oltre 650.000 euro per il maggior onere di smaltimento. Questo significherà un aumento del 3% per le utenze non domestiche e un incremento di circa 55 euro annue per una famiglia media di 4 componenti e una casa di 150 metri quadrati".

"La Srr sta finalmente provvedendo a bandire la nuova gara quinquennale per la gestione del servizio in 11 comuni, tra cui Agrigento, Licata e Favara, - si legge nella nota - ma soprattutto il comune bandirà entro la settimana una gara ponte' per garantire l’estensione del servizio di raccolta differenziata a tutto il territorio già alla scadenza dell’attuale contratto, nel luglio prossimo".

"Il nuovo servizio, sia quello ponte che quello definitivo, - avvertono ancora dall'amministrazione - garantirà una riduzione dei costi e quindi renderà più leggere le tasse per le famiglie grazie ad alcune modifiche strutturali, prima tra tutte una importante riduzione del personale che diminuirà di oltre il 30% rispetto a quello impegnato nel cantiere di Agrigento alla data d’insediamento della nostra amministrazione. Va chiarito che questa storica inversione di tendenza non produrrà la perdita di un solo posto di lavoro perché ottenuta attraverso i pensionamenti e una diversa distribuzione del personale all’interno della Srr".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Video

      Squalo a San Leone, la Capitaneria di porto tenta di recuperarlo

    • Video

      Pioggia di fuoco a Favara, è stato un agguato mirato: ferito un giovane

    • Video

      Ruspe in azione a Palma, il grido di dolore dell'ex proprietario: "Perché non hanno demolito subito?"

    • Video

      San Benedetto, si sbriciola il viadotto: calcinacci tra le auto in transito

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento