"Siringhe abbandonate in via Neve", l'ombra della tossicodipendenza in centro storico

La denuncia del movimento "Mani Libere": il fatto sta suscitando apprensione da parte dei cittadini

Una delle siringhe ritrovate

Due siringhe, di cui una munita di ago, sono state ritrovate questa mattina lungo la scalinata di Salita Monte dei pegni , ad angolo con la via Neve, a pochi metri dalla via Atenea.

L'allarme è stato lanciato via social dal movimento Mani Libere, che ha anche fotografato gli oggetti in questione correndando l'immagine con una didascalia eloquente: "Il fondo lo abbiamo toccato da tempo, adesso lo stanno raschiando".

A chi si riferisca il coordinatore Giuseppe Di Rosa non è chiaro, ma certamente la presenza di siringhe, come di flaconi di farmaci ritrovati a Porta di ponte crea potenziale allarme per la presenza di un degrado che si fa sempre più visibile. L'uso di stupefacenti (soprattutto hashish, marijuana e cocaina) nel centro città, soprattutto nei luoghi della movida è un fatto ormai accertato (lo dicono gli interventi delle forze dell'ordine) ma la presenza di aghi e siringhe lascerebbe presupporre un aggravamento della situazione complessiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Impennata di contagi Covid-19: l'Agrigentino sale a 75 casi

  • Coronavirus, morto al "Sant'Elia" il medico del lavoro di Palma di Montechiaro: c'è pure un quarto caso

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento