Asse viario della zona industriale, in autunno potrebbero partire i lavori

Nei giorni scorsi è stata rimodulata la struttura finanziaria del progetto dal valore di oltre 12 milioni di euro e bloccato per anni a causa di una informativa antimafia

Asse viario di Porto Empedocle, i lavori potrebbero partire in autunno. Ad oltre un anno da quando l’allora commissario dell’Irsap, Mariagrazia Brandara, grazie al lavoro dei propri uffici riuscì a rimettere in moto la macchina organizzativa per la realizzazione dell’importante opera infrastrutturale, adesso si stanno consumando gli ultimi passaggi amministrativi che consentiranno di far ripartire il cantiere, oggi bloccato dal 2012, quando un’informativa atipica antimafia della Prefettura di Agrigento (poi cassata dal Cga) colpì una delle ditte interessate mandando a “carte 48” sia questo progetto che il parcheggio pluripiano di piazza Rosselli. Ma se quest’ultimo progetto non sembra destinato nell’immediato ad essere rimesso in sesto (o quantomeno, non ci sono margini di trattativa con l’attuale ditta, nel caso di Porto Empedocle, grazie ad una trattativa che ha riutilizzato il ribasso d’asta per rivedere i costi del progetto – quindi alla fine a saldi invariati – l’opera potrebbe vedere davvero la luce.

Gli ultimi due passaggi amministrativi si sono consumati nelle scorse settimane, con l’approvazione della perizia di variante sul progetto e soprattutto con la rimodulazione del quadro economico da parte dell’assessorato regionale alle Attività produttive, che tiene conto del cambiamento dei prezzi sulle materie prime e soprattutto gli oneri necessari per rimettere in piedi un cantiere abbandonato da 5 anni. Adesso ci sarà solo da attendere il “via libera” da parte della Corte dei Conti e poi, assicurano i privati, i lavori potranno ripartire nel giro di poco tempo, per completarsi definitivamente in alcuni mesi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A rischio i soldi per la rete idrica, Firetto scrive all'Ati: "Urge intervenire"

  • Mafia

    Negata iscrizione alla "lista bianca" per parentele mafiose, il Tar dà ragione a imprenditrice

  • Cronaca

    "I soldi per riparare le buche c'erano", morte di Chiara La Mendola: ecco i motivi delle condanne

  • Cronaca

    Niente accordo per i vertici del consorzio universitario, la Cgil: "Scontro sulla nostra pelle"

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • Si getta in mare per farla finita, 60enne salvata in extremis dai carabinieri

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • "Torture sessuali al compagno di cella per estorcergli sigarette", a giudizio

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • Un cane all'ingresso del pronto soccorso, la protesta: "Si rischiano infezioni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento