Non differenziava nel giusto modo i rifiuti, elevata sanzione al Parco archeologico

L'ente regionale tuttavia impugnerà il provvedimento e ha già provveduto a diffidare i concessionari che conferiscono nella medesima area di stoccaggio

Una sanzione da 600 euro è stata elevata questa mattina dalla Polizia municipale di Agrigento al Parco archeologico della Valle dei templi in seguito a mirati controlli che hanno valutato la qualità del rifiuto indifferenziato stoccato presso l'area di raccolta di Casa Sanfilippo. Dentro i sacchi neri gli agenti, coadiuvati dagli operai delle ditte, hanno trovato tanta plastica, metallo e cartone. E' così scattata la sanzione, che però, come ha annunciato il direttore Giuseppe Parello, sarà impugnata. Infatti, nella stessa area, conferiscono i propri rifiuti anche i concessionari che lavorano per il Parco ed è loro, secondo l'Ente, la responsabilità dei conferimenti. Così è partita una diffida, con la minaccia di caricare sulle spalle dei privati nuove sanzioni. La Polizia locale continuerà a controllare a tappeto le grandi utenze non domestiche anche nelle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento