Non differenziava nel giusto modo i rifiuti, elevata sanzione al Parco archeologico

L'ente regionale tuttavia impugnerà il provvedimento e ha già provveduto a diffidare i concessionari che conferiscono nella medesima area di stoccaggio

Una sanzione da 600 euro è stata elevata questa mattina dalla Polizia municipale di Agrigento al Parco archeologico della Valle dei templi in seguito a mirati controlli che hanno valutato la qualità del rifiuto indifferenziato stoccato presso l'area di raccolta di Casa Sanfilippo. Dentro i sacchi neri gli agenti, coadiuvati dagli operai delle ditte, hanno trovato tanta plastica, metallo e cartone. E' così scattata la sanzione, che però, come ha annunciato il direttore Giuseppe Parello, sarà impugnata. Infatti, nella stessa area, conferiscono i propri rifiuti anche i concessionari che lavorano per il Parco ed è loro, secondo l'Ente, la responsabilità dei conferimenti. Così è partita una diffida, con la minaccia di caricare sulle spalle dei privati nuove sanzioni. La Polizia locale continuerà a controllare a tappeto le grandi utenze non domestiche anche nelle prossime settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Spettacolo non autorizzato, movida e assembramenti: denunciato titolare di pub

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento