Sciacca, cerimonia funebre per tre dei 29 migranti "uccisi dal freddo"

Si è tenuta questa mattina nel cimitero comunale la cerimonia funebre per tre dei 29 migranti "uccisi dal freddo"

Si è tenuta questa mattina nel cimitero di Sciacca la cerimonia funebre per tre dei 29 migranti "uccisi dal freddo".

Commozione e solidarietà per una triste sorte. Queste erano le sensazioni, quasi palpabili, che si sono rese manifeste oggi nel corso della cerimonia con cui a Sciacca è stato dato l'estremo saluto alle salme di tre sfortunati che, alla ricerca di migliori condizioni di vita, hanno invece trovato la morte.

Nel comune saccense, così come in altri 19 comuni dell'Agrigentino che concederanno una sepoltura degna a chi non ce l'ha fatta, è questo il comune sentire nella presa di coscienza e condivisione di un dolore per una tra le più grandi tragedie registrate in questi anni di sbarchi per numero di dispersi e vite spezzate.

Molti dei 29 morti per il freddo, quasi tutti, non sono stati identificati. E, nel giorno in cui comunemente l'occidente civilizzato celebra l'amore, sembra quasi un paradosso che molti non avranno nemmeno familiari o amici a piangerli. Come recita l'hashtag con cui Save the children ha avviato una campagna per chiedere che si faccia qualcosa di concreto: #Why Again?, perchè succede ancora?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento