Truffe e furti agli anziani, i carabinieri: "Non aprite la porta agli sconosciuti"

L'appello: "Se si dovessero presentare sedicenti incaricati o responsabili di amministrazioni pubbliche o enti, chiedete sempre un tesserino di identificazione. Ed in caso di dubbio, chiamate il 112"

Gli anziani sono bersaglio privilegiato per furti e truffe

"Non aprite la porta agli sconosciuti. E se si dovessero presentare sedicenti incaricati o responsabili di amministrazioni pubbliche o enti, chiedete sempre un tesserino di identificazione. Ed in caso di dubbio, chiamate il 112". E' questo l'appello che viene lanciato dai carabinieri, nello specifico dal capitano Marco Ballan che coordina la compagnia di Sciacca.

"Visto alcuni episodi successi nei giorni scorsi in aree limitrofe al territorio di Sciacca, in cui alcune donne, verosimilmente di etnia rom, con pretesti di vario genere, si sono presentate in casa, soprattutto delle persone più anziane, ed hanno rubato, con raggiri vari e distogliendo l’attenzione delle vittime, contanti e preziosi - scrivono i carabinieri - il consiglio alla popolazione è di non aprire le porte agli sconosciuti".

Proprio il comandante della compagnia di Sciacca è intenzionato ad organizzare un incontro, rivolto alle fasce più a rischio - persone sole ed anziani - per fornire dei mirati consigli sui comportamenti da seguire con l'obiettivo di ridurre la possibilità di essere vittime di tali truffe".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara, confermato l'esito test a 92enne

  • Esce di casa per fare la spesa anziché restare in isolamento: denunciata 48enne rientrata dal Nord

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento