Trivelle nell'Agrigentino per la ricerca di sali potassici, è coro di "no"

Contrario il sindaco di Ribera, Carmelo Pace e le associazioni ambiantaliste Marevivo e Wwf

La foce del fiume Platani

È polemica dopo il via libera dell'assessorato regionale al Territorio e Ambiente sul permesso di ricerca per sali potassici ed alcalini "Eraclea", nel territorio dei Comuni di Cattolica Eraclea e Ribera. Contrario il sindaco di Ribera, Carmelo Pace: "Ribadiamo la nostra totale contrarietà al progetto di ricerca dei sali potassici, dimostra ancora una volta le gravi lacune in termini di conoscenza del patrimonio naturalistico da parte della Regione Siciliana con il via libera dato alle trivellazioni per la ricerca di sali potassici e alcalini a ridosso della foce del Fiume Platani”.

Già lo scorso settembre, il sindaco Pace, il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Tortorici, il dirigente dell’Utc. Salvatore Ganduscio, ed il presidente della commissione consiliare Paolo Caternicchia,  avevano scritto all’assessorato del Territorio manifestando la propria contrarietà ed evidenziato la necessità di valutare il progetto ad alto impatto ambientale.

Legambiente: "Basta attacchi al nostro patrimonio"

“Con direttiva ho dato incarico – ribadisce il sindaco - al dirigente dell’ufficio tecnico di redigere le opportune osservazioni da sottoporre al Consiglio comunale e capire quali azioni intraprendere per bloccare il progetto. Non possiamo restare inermi dinanzi a questa minaccia, abbiamo il dovere morale e politico di difendere le bellezze naturali del nostro territorio. Auspichiamo che la Regione Siciliana riconosca il grave errore commesso con questa incomprensibile scelta contraria al buon senso e alle logiche economiche”.

Il M5S in spiaggia per dire "no" alle trivelle

Critiche al progetto sono già state espresse da parte di Marevivo e del Wwf. “In riferimento al progetto relativo al permesso di ricerca per sali potassici e alcalini nel territorio appartenente ai comuni di Ribera e Cattolica Eraclea, questa associazione – ha scritto in una nota il presidente regionale di Marevivo Sicilia Fabio Galluzzo in una lettera inviata all’Assessore Regionale del Territorio ed Ambiente – ritiene assolutamente incompatibile il sito in questione in quanto trattasi di sito nelle vicinanze delle seguenti zone protette".

Il Wwf Sicilia Area Mediterranea, presieduto da Giuseppe Mazzotta, ha già protestato contro il progetto di ricerca per sali potassici e alcalini “Eraclea”, in un’area a monte della foce del fiume Platani, sito di importanza comunitaria, protetto dalla Comunità europea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento