"Trasportavano rifiuti senza autorizzazione", scattano tre multe da 1600 euro

Ad elevare le sanzioni è stato il settore Ambiente del Libero consorzio di Agrigento che adesso ha imposto 30 giorni per versare il tutto

(foto ARCHIVIO)

Trasportavano rifiuti di ogni genere e tipo senza però avere alcuna autorizzazione al conferimento né tantomeno allo spostamento degli stessi. Per questo tre soggetti sono stati sanzionati dalla Polizia stradale e, oggi, si sono visti chiedere la bellezza di 1600 euro ciascuno da parte del settore Ambiente del Libero consorio di Agrigento.

I provvedimenti sono stati disposti negli anni scorsi in seguito a dei controlli effettuati dalle auto di servizio lungo le strade della provincia che hanno permesso di individuare tre autocarri e furgoni carichi di materiale classificato come rifiuto non speciale che, comunque, non può essere trasportato senza le dovute autorizzazioni e in presenza di specifici registri. In particolare uno dei mezzi è stato trovato con sopra stipati oltre 2.200 chili di miscugli di cemento, mattoni, mattonelle e caramiche verosimilmente derivanti da attività di demolizione. A questo si aggiungono altri due mezzi che invece trasportavano, sempre senza autorizzazione, delle grosse quantità di ferraglia.

Quasi tutti si sono opposti alla richiesta di pagamento inoltrata dal Libero consorzio, ma le osservazioni presentate non sono state ritenute accoglibili da parte del Libero Consorzio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento