Arriva il contributo, l'anno accademico del "Toscanini" è salvo

Il dipartimento dell'Istruzione della Regione Siciliana ha assegnato all'istituto superiore di studi musicali un finanziamento regionale, una tantum, di 200 mila euro

L'istituto Toscanini di Ribera

L'anno accademico del "Toscanini" di Ribera è salvo. Il dipartimento dell'Istruzione della Regione Siciliana ha assegnato all'istituto superiore di studi musicali un finanziamento regionale, una tantum, di 200 mila euro. Fondi che, assieme al contributo statale, permetteranno di terminare l'anno accademico. A darne notizia è stato il presidente dell'istituto, Giuseppe Tortorici:E’ la prima volta che la Regione assegna un contributo economico al nostro istituto, segno di grande attenzione nei confronti di una istituzione Afam di eccellenza. Ringrazio l’assessore Alessandro Baccei, tutta la deputazione regionale agrigentina, - prosegue Tortorici - il sottosegretario Davide Faraone e il segretario Pd di Palermo Carmelo Miceli per il concreto sostegno dimostratoci”.

“E’ una notizia importante che ci fa ben sperare nell’impegno risolutivo delle istituzioni, a livello regionale e nazionale, - ha commentato il direttore dell'istituto, Mariangela Longo, - per una istituzione di alta formazione artistica e musicale, come il Toscanini, che è in difficoltà economica. Il Toscanini ha appena siglato un accordo di collaborazione internazionale per la didattica e la produzione concertistica con la prestigiosa Windsor Piano Academy di Londra. Dal 28 al 30 giugno si terrà infatti, in istituto, una Masterclass di alto perfezionamento pianistico tenuta dai docenti dell’accademia londinese: Giulio Potenza ed Edita Stankeviciute, direttrice della Windsor Academy, a cui potranno essere ammessi anche studenti esterni e di altri conservatori". 

L’istituto, inoltre, è attualmente partner di un altro importante progetto nazionale. Un progetto finanziato dal Miur ed organizzato in collaborazione con l’istituto comprensivo Don Bosco, scuola capofila, e con gli istituti Navarro e Crispi di Ribera e con le scuole e il conservatorio di Perugia. Proprio in questi giorni è stato avviato il primo dei quattro incontri previsti fino a dicembre con la prestigiosa partecipazione del maestro Josè Maria Sciutto, al quale è affidata la formazione, per la direzione di coro, dei docenti delle scuole medie ad indirizzo musicale e dei docenti e studenti dell’istituto. L'obiettivo è realizzare un coro cittadino di voci bianche.  

"Confidiamo fiduciosi nell’impegno della Regione - conclude il direttore - anche per la definitiva risoluzione della questione dei precari della Provincia di Agrigento, personale altamente qualificato, colonna portante del nostro istituto, che attende da oltre vent’anni la meritata stabilizzazione già messa in atto per quasi tutte le altre Province siciliane". 
 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande vecchio della letteratura

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento