"Lasciarono testa di capretto davanti alla porta di un professionista", condannati

Vittima del gesto fu l'ingegnere Buscarnera, defunto 2 anni fa

La Cassazione

"Lasciarono davanti casa di un ingegnere un sacchetto contenente una testa di capretto tagliata", condannati in due. La notizia è riportata sull'edizione odierna del Giornale di Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Cassazione, infatti, ha confermato le condanne per minacce a carico di Baldassare Giaimo, di 57 anni, e Giuseppe Gallina, di 67, entrambi di Sciacca. Sono accusati di aver, nel marzo del 2011, lasciato una testa mozzata di capretto dentro un sacchetto davanti alla porta di un professionista, l'ingegnere Michele Buscarnera, morto due anni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento