I "tesori" di Akragas tornano a "casa", tutto pronto per l'inaugurazione della mostra

L'evento prevede l'esposizione di alcuni preziosi oggetti custoditi al British Museum di Londra provenienti dall'antico sito. Porte aperte a partire da domani, alle 19

Uno dei reperti in mostra

È tutto pronto. Ieri per tutta la giornata, e così sarà anche oggi, gli operai sono stati al lavoro per allestire le sale di Villa Aurea che da domani sera saranno aperte per la mostra "I tesori di Akragas. Le collezioni del British Museum”. L'inaugurazione è fissata per le ore 19, in quella che era la residenza di sir Alexander Hardcastle, illustre magnate inglese che ha investito nella ricerca e nel restauro del patrimonio archeologico dell’antica Akragas.

VEDI LA VIDEO INTERVISTA: L'archeologa Parello: "Esposte opere d'arte, disegni e pacche altamente significative"

L’evento prevede l’esposizione di alcuni preziosi oggetti custoditi al British Museum di Londra provenienti dal sito dell’antica Akragas greca. La mostra vuole riallacciare il filo che già in passato ha legato la Valle ed il suo patrimonio al Regno Unito, che si è estrinsecata nella sua forma più alta attraverso la presenza dell’ammiraglio inglese, sir Hardcastle, ad Agrigento a cui la città deve un degno riconoscimento per la preziosa attività sostenuta a favore della ricerca e della conservazione del patrimonio della città antica.

LEGGI ANCHE: DA LONDRA ALLA VALLE DEI TEMPLI

"Si tratta di un evento di grande rilievo culturale e mediatico - ha dichiarato il direttore del Parco, Giuseppe Parello - che proietta il Parco della Valle dei Templi in ambito internazionale anche nel campo delle mostre archeologiche, con un partner di eccezione quale il British Museum".

Tra gli oggetti in mostra un’anfora a figure nere della bottega di Nikosthenes, singolare figura di vasaio che opera ad Atene intorno alla metà del VI secolo avanti Cristo, con scene di lotta tra atleti. Lo straordinario vaso attribuito al Gruppo di Polignoto. Il Rilievo di Paride, Pelope o Ierone I, che costituisce ancora oggi un vero e proprio giallo archeologico.

LEGGI ANCHE: ECCO I REPERTI CHE TORNANO A "CASA"

Ma verranno esposti anche i disegni originali fatti nel 1812 su Akragas. I disegni sull'architettura greca hanno riguardato lo studio del tempio di Zeus olimpico. Si cercò allora di capire come dovevano essere inseriti i telamoni. "Sono disegni importantissimi - ha spiegato l'archeologa del Parco Maria Concetta Parello - perché costituiscono il punto di partenza degli studi fatti sui telamoni e sulla loro collocazione nella struttura architettonica del tempio". 

In occasione dell’inaugurazione si potrà accedere, gratuitamente, alla Valle dagli ingressi di Giunone e di Porta V a partire dalle 18,30.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "Nessun abuso di ufficio nella costruzione di un palazzo", sette assoluzioni

    • Incidenti stradali

      Scontro fra un Suv ed una motocicletta, diciottenne in ospedale

    • Cronaca

      Reclamano il regolare pagamento degli stipendi, volantinaggio degli impiegati davanti al Comune

    • Cronaca

      La Procura continua a svuotarsi: Macaluso lascia l'ufficio, terzo trasferimento in poche settimane

    I più letti della settimana

    • Statale 189, scontro fra autovetture: sei feriti, due sono rimasti incastrati fra le lamiere

    • E' il piromane seriale? Incastrato dalle telecamere, 43enne finisce nei guai

    • Eleonora Berlusconi a Siculiana Marina, piatti tipici per la figlia dell'ex premier

    • La nuova vita di Clizia Incorvaia, la show girl empedoclina: "Donne non chiudetevi in voi stesse"

    • Aggredito e picchiato, studente finisce in ospedale: denunciato 24enne

    • "Trasportava mezzo chilo di droga", arrestato corriere ventenne

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento