Porto Empedocle, tentano furto di energia: denunciati due ristoratori

Gli agenti, insieme ai tecnici dell'Enel, hanno scoperto il tentativo di manomissione dei due empedoclini, denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento per tentato furto aggravato

Il dirigente del Commissariato, Cesare Castelli

Il loro obiettivo era quello di rallentare il conteggio di emissione di energia elettrica, utilizzando un marchingegno composto da alcune calamite. Non sapendo, però, che con i nuovi contatori è impossibile una simile manomissione. I poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, diretti dal vicequestore aggiunto Cesare Castelli, li hanno denunciati a piede libero per tentato furto aggravato.

Protagonisti della vicenda sono due empedoclini, titolari di un noto ristorante della città. Gli agenti, insieme ai tecnici dell'Enel, hanno scoperto il tentativo di manomissione dei due empedoclini, denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento per tentato furto aggravato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento