Netturbini "in esubero": dopodomani tavolo tecnico per riassegnare le unità in servizio

Dopodomani si stabiliranno le modalità con cui riorganizzare il servizio ed a quali cantieri della Srr le unità che sono designate come eccedenti saranno destinate

(foto archivio)

E' fissato per dopodomani, mercoledì 15 marzo, il tavolo tecnico che dovrebbe essere risolutivo per la questione legata al "destino" degli operatori ecologici in "sovrannumero" nella Città dei templi.

Nei giorni scorsi un articolo in cui l'assessore Mimmo Fontana spiegava cosa succederà da qui a poco, con una "ridistribuzione" del personale all'interno della Srr, aveva dato vita a una polemica che, come assicura lo stesso ammnistratore, non ha alcun fondamento perchè "con i sindacati fin da dicembre si è raggiunto proprio l'accordo cui daremo seguito definendo tempi e modalità che consentiranno, grazie a pensionamenti e spostamento di unità in servizio, di non licenziare proprio nessuno. Ma questo è ormai noto a tutti", ha detto ancora Fontana.

Si stabiliranno, quindi, le modalità con cui riorganizzare il servizio ed a quali cantieri della Srr le unità "in esubero" saranno assegnate.

"A fare la differenza - aveva spiegato nell'anticipare che da luglio la differenziata interesserà l'intera Agrigento e non solo il qartiere di Fontanelle come in atto accade -sarà il minore numero di operatori impiegati nel servizio. Questo perchè con il blocco delle assunzioni nelle Srr (che dovranno attingere dal "bacino" di personale già operante), ai cittadini verrà offerto un "servizio migliore e con costi che si ridurranno" all'insegna di un "riequilibrio" nella spesa per tutti i comuni dell'Srr. A questo si aggiungono i 23 pensionamenti previsti e che saranno "in favore" del comune capoluogo perchè "il più penalizzato nel rapporto tra operatori e cittadini serviti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Riusciremo a fare meglio con un numero inferiore di persone - aveva detto Fontana -. Il principio è uno: abbiamo deciso di finirla con le clientele che vanno sempre in danno dei cittadini. Dove mancherà personale si andrà a compensare con le unità che risultano in sovrannumero. Si pensi che per Agrigento a fronte di una previsione di 167 addetti il piano d'ambito ne prevede 115. Abbiamo invertito la rotta e non possiamo limitarci, dopo anni di malgoverno, a fare solo un pò meglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento